La sua ragazza, mia cugina

2.2KReport
La sua ragazza, mia cugina

Immagino che tutto sia iniziato un sabato pomeriggio. Il reggiseno di mia madre era in cima alla pila del bucato. Ha attirato la mia attenzione e ne sono rimasto subito affascinato. Ho rubato il reggiseno e sono corsa in camera mia a provarlo. Ricordo la fretta che mi diede. Mi è piaciuto e ho deciso di continuare. Ho fatto tutto il possibile per mettere le mani su più vestiti. Ho rubato reggiseni, mutandine, collant, slip e vestiti a mia madre. Costumi da bagno e reggiseni di mia cugina e di mia nonna. Non potevo averne abbastanza. Mi sforzavo di sembrare e sentirmi sempre di più una donna. Mi sono rifiutato di essere la persona tipica che si riempie i reggiseni di calzini e fazzoletti. Semplicemente non sembrava, ma soprattutto, sembrava un vero seno. Così ho avuto la brillante idea di riempire d'acqua i guanti di gomma e usarli come seni. Ha funzionato per molto tempo finché non ho imparato cos'era una protesi mammaria. Poi ogni centesimo della mia busta paga andava a vestiti e biancheria intima. Ed è qui che inizia la mia storia.
Era giovedì pomeriggio e la mia famiglia era appena partita per la partita di baseball dei miei fratelli da qualche parte a sud. Non mi importava proprio, la casa era mia fino a domenica. Non erano passati più di 2 minuti dopo che avevano lasciato il vialetto che ero già nella mia stanza a vestirmi. Avevo le forme del seno incollate al petto, un corsetto costoso che era l'orgoglio e la gioia della mia collezione, con le giarrettiere e le calze di nylon attaccate. Ho continuato a infilarmi la sottoveste e a vestirmi completamente ignara di ciò che mi circondava. A mia insaputa mia cugina era stata reclutata da mia madre per controllarmi mentre erano via. Era entrata con la chiave che le era stata data. Scese le scale fino alla mia stanza dove la musica stava suonando e io ovviamente lo stavo cantando e travestendomi. Ha girato l'angolo ed entrambi abbiamo lanciato un guaito iniziato e ovviamente sono saltato per nascondermi. Non c'era dove andare, ero intrappolato. Rimasi lì con le spalle a lei cercando di nascondere la mia vergogna.
“Trento? Cosa fai." lei chiese. Tenendosi nervosamente a distanza da me.
"Niente", risposi nervosamente, "che cazzo ci fai qui comunque?"
“Tua madre mi ha chiesto di venire a controllarti, quindi sono passato a vedere se volevi andare a cena e sei qui travestito da ragazza. Che ci fai travestito in quel modo?" Mi voltai per affrontarla. Aveva un misto di emozioni sul viso. Sono sicuro che avevo lo stesso aspetto sul mio. Stavo arrossendo per l'imbarazzo, ma cercavo di nasconderlo.
“Mi piace solo il mio aspetto quando mi vesto come una ragazza. Io solo... voglio essere una ragazza,” dissi abbassando la testa. Per qualche ragione Amanda ha sempre simpatizzato con me. Immagino sia per questo che era la mia preferita. Abbiamo fatto molte cose insieme a parte le solite cene del Ringraziamento e di Natale. Uscivamo molto, andavamo al cinema e ci eravamo avvicinati molto. Ed era sempre stata a lei che avevo ammirato quando mi vestivo e interpretavo la signora. Erano qui i vestiti con cui avevo iniziato la mia collezione e volevo dirle così tanto, ma in quella situazione ho pensato che la cosa migliore da fare fosse tenere la bocca chiusa. Poteva essere sincero. Si avvicinò a me e mi cinse con un braccio.
"Beh, forse potresti rimanere un ragazzo ancora un po' per me", e poi ha fatto l'unica cosa che mi ha sorpreso a morte. Si chinò e mi baciò. Sono rimasto scioccato e istintivamente mi sono tirato indietro.
"Cosa fai?" Ho chiesto.
“Voglio vedere com'è. So che mi hai sempre voluto e anche io ho sempre voluto te. Quindi questo mi sembra un momento migliore di qualsiasi altro, vero?" iniziò ad accarezzarmi il seno con la mano mentre si piegava di nuovo per un altro bacio appassionato. Solo che questa volta non l'ho fermata. Ha infilato la lingua nella mia bocca e ci siamo contorti e aggrovigliati. La sessione di brancola è diventata più furiosa e io e lei abbiamo iniziato a sentirci i seni a vicenda e a strofinarci i corpi a vicenda. Ho iniziato a toglierle il maglione in modo da poter sentire i suoi grandi seni naturali. Ha preso tutto il resto con solo una breve pausa nella festa del succhiare che si è creata tra le nostre bocche. Indossava un bellissimo reggiseno di raso rosso sopra i suoi enormi seni 30DD. La sua pelle era morbida, setosa e calda proprio come avrei voluto fosse la mia pelle. Ma per quanto riguarda la differenza ormonale, tutto ciò che potevo fare era radermi e applicare una lozione. Le ho sbottonato i pantaloni e lei mi ha aiutato a farli scivolare lungo le gambe. Il minuscolo perizoma rosso che indossava era così caldo su di lei che non volevo che se lo togliesse. Lo ha strappato comunque. Eccola lì, l'unica donna che ammiravo abbastanza da emulare, in piedi di fronte a me nuda, baciandomi e sentendomi finto corpo femminile. Tremavo per l'eccitazione e la passione mentre lei mi guidava verso il letto e mi adagiava sulla schiena. La sottoveste di seta rosa che indossavo mi è scivolata intorno alla vita quando ho piegato leggermente le ginocchia e ho aperto l'inguine. Il rigonfiamento del mio pene era molto evidente attraverso il succinto pezzo di stoffa che lo copriva. Manovrò la giarrettiera e le mutandine per liberare il mio pene e metterselo in bocca. La sensazione calda e umida di una bella ragazza che succhia dolcemente il tuo pene mi ha fatto andare in trance. Ho perso la cognizione del tempo mentre giacevo supino ad accarezzare i miei seni finti con entrambe le mani. Migliaia di immagini scorrevano nella mia testa immaginando che stesse leccando il clitoride gonfio della mia vagina inesistente. Desideravo sentire il potere di penetrazione profonda di un grande pene entrare in me. Lo volevo così tanto.
Mi ha finito e si è rotolato sulla schiena. Istintivamente ho capito che era il mio turno. Mi sono alzato e mi sono diretto verso la sua vagina. Era fradicio quando ci sono arrivato. Ho iniziato leccando il suo clitoride gonfio e assaggiando i suoi succhi. Era così dolce. Le ho inserito un dito e ho cominciato ad accarezzarlo avanti e indietro. Ha cominciato a dimenarsi in estasi mentre io continuavo a cantarla a scoparla. Dopo alcuni momenti in cui l'ho lasciata dimenare, ho deciso che era ora di scoparla. Le ho inarcato le gambe e l'ho tirata verso di me. Ho spinto delicatamente il mio pene dentro di lei. Godendo di ogni momento scivolando lentamente sempre più in profondità dentro di lei. Ho raggiunto la mia massima profondità in lei. È stato meraviglioso. Ma mi chiedevo ancora come ci si sente. Potevo solo immaginare. Ero geloso di lei. Ho iniziato ad accarezzare dentro e fuori. Lentamente all'inizio, ma sempre più veloce. Ho raggiunto il punto di non ritorno e ho versato il mio sperma dappertutto dentro di lei. Emisi un profondo sospiro mentre mi chinavo in avanti e mi sdraiavo sopra di lei, ancora dentro di lei. Gli eventi della giornata mi avevano sfinito ed ero stanco da morire. La baciai ancora una volta e lei ricambiò il bacio. Mentre eravamo sdraiati lì insieme, mi sussurrò all'orecchio qualcosa che ricordo ancora. “Ti amo Trento. E se essere una donna è ciò che vuoi, farò tutto ciò che è in mio potere per aiutarti ad arrivarci”. mi baciò il collo e ci addormentammo l'uno nelle braccia dell'altro. Fidanzata e cugina.

Continuerò e finirò la storia se ottengo una buona recensione da questo. Fatemi sapere.

Storie simili

Il genio di mio fratello - Capitolo 09

In un pub londinese, una ragazza si è seduta a uno dei tavoli. Con sé aveva il suo zainetto rosa e quello azzurro della sua amica appena andata al bar. Si guardò intorno, cogliendo l'aspetto completo del luogo. La gente se ne stava in giro a chiacchierare e bere, e alcuni stavano guardando un programma televisivo in cui alcuni uomini correvano in giro a calciarsi addosso un pallone. Mi ha chiesto un documento d'identità! disse Alexis mentre tornava con due drink. “Sono lusingato che pensi che sembri minorenne. Gli ho dato un altro paio di centimetri come ringraziamento. Ha una sorpresa...

1.6K I più visti

Likes 0

La mia amica Jackie

Ehi, tua mamma è a casa oggi? ha chiesto la mia ragazza, via SMS No, lavora fino alle 7, ho risposto. Okay, vengo da te e porto Jasmine. Voglio che tu le insegni a scopare prima che vada al college. E nel momento in cui quelle parole mi attraversarono gli occhi, rimasi scioccato. Anche se provo un profondo affetto per la mia ragazza, Jasmine è sempre stata con la coda dell'occhio e nel profondo della mia mente. Scoprire che era vergine è stata già di per sé una sorpresa, ma che la mia ragazza volesse che la scopassi è stato davvero...

736 I più visti

Likes 0

Sulla scia di una ninfomane 2

Sulla scia di una ninfomane Parte 3 Di John Morrison Benvenuto in Sonic, posso prendere il tuo ordine? chiesi al microfono. L'altoparlante crepitò un po'. Sì, voglio un frappè, disse una voce tranquilla di carestia. Che misura? Ho chiesto. Grande, ha risposto. È così? Ho chiesto. Sì, disse. Due minuti dopo sono uscito con il suo milkshake. «Due trentotto», dissi. Ora ho guardato la ragazza. Sembrava che si fosse appena laureata. Aveva capelli castani lisci con riflessi biondi. Mi ha dato una banconota da cinque dollari. «Tieni il resto» disse. «Grazie» dissi voltandomi. Aspetta, disse. Mi sono fermato e sono tornato...

949 I più visti

Likes 0

L'elisir di lunga vita

Nota dell'autore:[/b] The Elixir of Life è apparso su xnxx l'anno scorso. Ho ricevuto molte e-mail che richiedevano che fosse ripubblicato ** Essere uno scienziato genetico non era privo di vantaggi. Quattro assistenti a tempo pieno, uffici lussuosi e non dimentichiamoci del nuovo tetto apribile Lexus. Lo avevano cacciato dalla Brewer Pharmaceutical Corporation l'autunno precedente, con il richiamo di nuove attrezzature di laboratorio all'avanguardia e il tipo di finanziamento senza fondo, a cui solo le agenzie governative sembrano avere accesso. Dr James Wilson - Senior Genetist proclamava la targa un po' ostentata che risiedeva all'altezza degli occhi sulla porta del suo...

1.3K I più visti

Likes 0

Un mio bramoso desiderio per Tom 2

Beh, certo che lo amo. Stavo spiegando al telefono alla mia migliore amica Heather. Sei sicuro, e non è solo una cotta. Perché Hun gli hai lasciato prendere la tua verginità. Heather mi ha detto con cautela. Non permetterei a nessun ragazzo di farmi questo! Per cosa mi prendi, una puttana?! dissi scherzando. La nostra conversazione andò avanti per un po'. Voleva solo assicurarsi che fossi al sicuro e com'era. Erano circa le 9:30 quel venerdì ei miei genitori erano al casinò e io sono salito a bordo dopo aver parlato con Heather, quindi ho chiamato Thomas. Suo padre era via...

1.3K I più visti

Likes 0

La lavatrice

Perché non lo provi? I grandi occhi castani di Laura si spalancarono mentre un brivido cattivo le attraversava il corpo facendola rabbrividire un po' al solo pensiero. “Sii seria” disse Laura con un timido sorriso alla sua migliore amica Tally. Laura e Tally erano sedute in un bar come facevano normalmente durante la pausa cena a chiacchierare. Tally era stata la migliore amica di Laura da quando erano a scuola; qui erano ancora migliori amici all'età di 33 anni, anche lavorando nello stesso edificio per uffici. Quello di cui stavano parlando era un regalo che Laura aveva ricevuto per il suo...

990 I più visti

Likes 0

Diventare maggiorenne anni dopo

Diventare maggiorenne anni dopo Mia sorella e i suoi due figli erano in vacanza a luglio, quando l'incendio divampò nella loro casa e in altre 3 nel loro isolato. Ho ricevuto una chiamata dai vigili del fuoco perché ero il contatto di emergenza e non avevo modo di contattarla. L'ho chiamata subito al cellulare ma non ho avuto risposta. Ho lasciato un messaggio. Ho chiamato anche mia nipote e ho lasciato un messaggio. Circa un'ora dopo ho ricevuto una chiamata da mia nipote. Le ho detto che dovevo parlare con sua madre e lei ha chiamato al telefono. Ho dato loro...

781 I più visti

Likes 0

Sfiga di Halloween

Difetto di Halloween Charles, o come lo chiamavano tutti, Charlie stava guardando l'orologio sulla sua scrivania. Ancora dieci minuti e il conteggio prima che potesse lasciarsi alle spalle una settimana lavorativa davvero schifosa e uscire per una divertente festa di Halloween con la sua moglie molto sexy. Non vedeva l'ora di farlo da quando lui e Margaret avevano ricevuto l'invito due settimane prima. Charlie non riusciva a ricordare l'ultima festa di Halloween a cui era stato e il solo pensiero faceva emergere di nuovo il bambino che era in lui. Margaret ha scelto i costumi ed è andata a prenderli in...

627 I più visti

Likes 0

Il regalo di Natale speciale della mamma

Regalo di Natale speciale della mamma di rmdexter La seguente storia è un'opera completa di finzione e fantasia. Qualsiasi somiglianza con persone vive o morte è puramente casuale. Nota che a differenza della maggior parte dei miei lavori postati, questa è una storia a sé stante, offerta come una vacanza grazie a tutti i miei fedeli lettori. Tienilo a mente durante la lettura, spero che ti piaccia. E per favore prenditi il ​​tempo per votare o lasciare un commento, gli autori lo apprezzano. Jake, non posso credere che ti sei dato tanto da fare! Disse Tanya Nolan mentre suo figlio le...

1.6K I più visti

Likes 0

Il seme dell'orrore: capitolo 9

Capitolo nove Allora come l'hanno presa i tuoi genitori? Chiese Christi, parlando con Jason attraverso i loro telefoni cellulari. Era seduto in un parcheggio innevato a Portland, dopo aver appena compilato la sua quinta domanda di lavoro. Davanti a lui ora c'era un'applicazione McDonalds. Dannazione, i suoi genitori gli avevano sempre detto di studiare sodo e di entrare in un buon college in modo da non dover mai girare gli hamburger. Grazie mille, Stimmate Nere. “Non posso davvero dirlo, sono andato a letto appena sono tornato a casa e me ne sono andato prima che qualcun altro si alzasse. In realtà...

1.6K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.