IncestoPompinoAdolescenteStoria veraAnaleFantascienzaFantasiaBisessualeBestialitàIngoio di sperma

Ragazzo

Finalmente un Amico

Per favore, abbiate pazienza, sono nuovo in questo campo, ma ne ho letti molti e ne ho amati così tanti. Ho deciso che era giunto il momento di fare un tentativo. La mia grammatica e ortografia non sono fantastiche, e se qualcuno vuole dare suggerimenti sulla direzione di questa storia o di altre, sarebbe più che benvenuto a farlo. :) A proposito, mi dispiace, so che non c'è sesso in questo, ma se alla gente piace, è solo un set per un'intera storia che potrebbe accadere Non potevo crederci, ero già nella mia nuova scuola. Sembrava che fosse passata solo una...

688 I più visti

Likes 0

Affare scolastico 2.0

Mentre ero seduto lì in classe da solo. Stanco ed esausto per aver picchiato la mia sexy insegnante di informatica, stavo aspettando che tornasse dal bagno. Lei ed io saremmo dovuti andare a casa sua non appena fosse tornata, così potremo continuare la nostra piccola relazione lì. Sapevo che era sposata e aveva un figlio di solo un paio d'anni più giovane di me, ma speravo che non fossero a casa stasera, altrimenti non sapevo cosa aspettarmi una volta arrivati ​​a casa sua. La mia insegnante se n'è andata solo per un paio di minuti ma mi è già venuto duro...

632 I più visti

Likes 1

Susie e i ragazzi, parte 3

Era passato circa un mese dall'avventura in cabina. Guardavamo ancora i video che avevo fatto e il sesso era ancora bollente dopo, ma ero ancora ansioso di trovare altri ragazzi da far scopare a mia moglie, e so che lo era. Poi si è presentata un'opportunità. Anche se era metà estate e la stagione delle feste di laurea era passata, fummo invitati alla festa di diploma del liceo per il figlio maggiore del mio capo, Eric. Entrambi abbiamo pensato che sarebbe stata una buona occasione per lei di individuare alcuni ragazzi del posto, anche se abbiamo concordato che avrebbe dovuto cercare...

672 I più visti

Likes 0

Cambiamento di desiderio cap. 1_(1)

Mi asciugai la bocca con il dorso della mano, ripulendo lo sperma che era gocciolato fuori. Mi sono seduto sulle ginocchia, guardando negli occhi la mia ultima scappatella. Beh, alle sue palpebre visto che i suoi occhi erano ancora chiusi per l'orgasmo che gli avevo appena risucchiato. Ti sei sentito bene? ho chiesto, anche se conoscevo la risposta. Mi sono semplicemente divertito nel sentire che ero davvero abile. Aprì gli occhi e mi guardò. Diavolo sì, fai un pompino fantastico. Ho alzato gli occhi al cielo. Avrei preferito sentire di più, ma mi stavo abituando alle poche parole che molti di...

672 I più visti

Likes 0

La ballata di Cornelius Erectus de Roma (parte 1)

Lasciate che vi racconti la storia di un giovane molto promiscuo, di diciotto anni, la cui promiscuità portò al disastro di un’intera regione. Sono una delle sue tante ex amanti, sono una donna. Cornelius Erectus è uno dei maschi più eterosessuali che abbia mai incontrato, ma nasconde molti oscuri segreti. Mi sono evoluto per diventare il suo buon amico, al quale racconta tutti questi segreti. Lascia che ti racconti qualcosa su Cornelius, ha diciotto anni e ha un pene di undici pollici e mezzo in erezione. Ha una corporatura media, solo muscoli magri sul corpo. Ha gli addominali di un tavolo...

805 I più visti

Likes 0

Le vacanze prendono una svolta inaspettata

Per diversi anni ero stato affascinato dal gallo. Anche solo pensarci era esaltante al massimo. Rimarrei senza fiato guardando i cazzi grossi e pulsanti su Internet, il modo in cui lo sperma trasudava dall'asta e fuori dalla punta e come le palle poi si stringevano e delineavano i testicoli. Nonostante questo riuscii a convincermi di non essere gay, un po' perché ero giovane e l'idea mi spaventava, un po' perché nient'altro degli uomini mi entusiasmava. Non ho mai guardato i corpi o i volti dei ragazzi come facevo con quelli delle ragazze. Fino a poco tempo fa era ancora così, ma...

767 I più visti

Likes 0

Punito dai dipendenti

Mi sono chinato sul marciapiede e ho raccolto la moneta che ho trovato. Giornata fortunata, ho pensato. Non capita tutti i giorni di trovare una moneta sul marciapiede. I soldi non sono facili da ottenere, mi sono rimproverato. Essere proprietario di un piccolo bar non è un compito facile. Sono stato solo per quasi tutta la mia vita. I miei genitori erano divorziati e comunque nessuno di loro si prendeva cura di me. Per loro ero solo un ragazzo da sfamare, tenere un tetto sopra la testa e un pesante fardello. Fortunatamente, ho superato tutta quella negatività che mi tratteneva. Ho...

1K I più visti

Likes 0

Il Capitolo dell'Accademia. 4

Tutti e sei ci siamo svegliati più o meno alla stessa ora, solo perché uno di noi ha cercato di alzarsi e ha cercato di non svegliare il resto di noi fallendo miseramente. Abbiamo preparato la colazione cucinata e ci siamo preparati per il torneo. *Toc, toc, toc* Sono andato alla porta per rispondere. Mr. Owens: Ah, bene, sei pronto, allora andiamo, va bene? Kyle: Sì, vinciamo questa cosa ragazzi! Tutti e sei ci alzammo e uscimmo dalla porta, ma il signor Owens ci fermò. Mr. Owens: Mi dispiace, le quattro partite di oggi sono solo per squadre da due. Adam:...

1.1K I più visti

Likes 0

Grandi irritazioni

Quando i Cullen lo hanno portato a casa loro, Jasper, otto anni, ha pensato che fosse troppo grande. Era così terrorizzato dai soffitti alti e dagli spazi echeggianti nel loro elegante atrio, così luminoso e sterile. Pensò tra sé, Ci sono così tante cose da rompere. Vasi e statuine erano disseminati di mensole e ripiani dei tavoli, e Jasper era ben consapevole di non essere mai stato molto aggraziato. Così si premette le braccia lungo i fianchi e osservò le punte delle sue vecchie scarpe da ginnastica mentre lo guidavano attraverso la casa, fino alla sua nuova camera da letto. Ci...

1.4K I più visti

Likes 0

Colpire le docce parte 2

Che cazzo sta succedendo qui!?!? disse Tim, il capitano anziano. «Possiamo spiegare...» cominciai. “-Alex!? Voi due siete nudi!? disse Tim. Si allungò in avanti e ci fece cadere i vestiti dalle mani, rivelando la nostra spazzatura penzolante. Santo cielo! Tim si frugò in tasca e tirò fuori il telefono, lo sollevò e lo tenne fermo davanti a noi. Il suo telefono emise un clic e lui lo riabbassò e se lo mise in tasca. «Voi due mi incontrerete qui dopo la prossima partita per fare due chiacchiere, o quella foto apparirà ovunque. Capire? Abbiamo annuito. “Ora vestiti e vattene!” urlò, poi...

1.5K I più visti

Likes 0