Paradiso Inferno

378Report
Paradiso Inferno

Capitolo 1: Il paradiso

È noto da tempo che angeli e demoni si disprezzano a vicenda. Ma per questi due amanti nessuno dei due può essere d'accordo sul fatto che ciò sia del tutto vero.

Tutto cominciò abbastanza facilmente con lei che faceva la guardia alla porta del Purgatorio e accoglieva con grazia le nuove anime in arrivo.
E poi si è presentato, vigilando sul proprio cancello. Trovava strano, però, che quando lui la aggrediva per aver preso "le sue dannate anime" o ringhiava irritato e faceva lampeggiare il bianco dei denti, invece di sentirsi spaventata, lei era.... incuriosita, per usare un eufemismo.

Forse era un po' confusa e avrebbe potuto facilmente trovare qualcuno dalla sua parte, non è che avesse problemi a trovarne uno che sarebbe stato felice di iniziare una qualsiasi relazione con lei... Ma qualcosa riguardo a questo demone attirò la sua attenzione. Qualcosa in questo demone la fece flirtare e attirarlo lentamente sempre più vicino a lei, finché non ci fu assolutamente altro che vestiti a separarli.

Sembra abbastanza facile, non credi?

~~~

Ama il modo in cui lei si sente intorno a lui mentre scivola giù; adora il modo in cui i muscoli del suo corpo si muovono quando finalmente i loro fianchi si uniscono. E non c'è modo di non notare il modo in cui il suo viso arrossisce o come - quando fa scorrere le unghie sulla morbida peluria delle sue ali - i suoi muscoli si innervosiscono sia esternamente che internamente.

Il modo più semplice per dirlo è questo: la ama.

Lentamente, si siede, ascoltando il suo piccolo angelo gemere il suo nome sotto il suo respiro dolce. Le sue piccole mani sono sul suo petto nudo, tremante mentre la sua pelle fresca si fonde con la sua quando lei si dimena nel suo grembo, lasciando che un altro lieve gemito abbellisca le sue orecchie.

In realtà è sorpreso che sia riuscita a mantenere la sua tranquilla routine per così tanto tempo, anche se non è veramente preoccupato per il rumore visto che avevano chiuso a chiave la porta e quasi tutti gli altri erano via o dormivano in quel momento.

Una delle sue mani scorre lungo il suo fianco destro, le unghie graffiano delicatamente la pelle e fanno scattare quegli stessi fianchi in avanti in quello che presume sia necessario prima che la sua mano continui giù fino alla sua coscia, afferrando la pelle morbida e pallida prima di avvicinarle la gamba. piegarsi attorno alla sua vita. Lui trova le sue labbra che incontrano la punta ossuta e affilata della sua clavicola e la morde piuttosto bruscamente proprio mentre lei si sta abituando di nuovo a lui e muove l'altra gamba per agganciarlo e un lieve piagnucolio cade da dietro le sue labbra pallide, tremanti e socchiuse.

Sente i suoi fianchi che iniziano a muoversi di nuovo, lentamente, delicatamente, muovendosi contro di lui, provocando un ringhio di apprezzamento dal profondo del suo petto. E lei, ovviamente, trema per puro istinto e piagnucola ancora una volta.

"L-Lu-" I suoi occhi azzurro polvere, pieni di lussuria e nebbiosi, si aprono mentre le sue mani grandi, normalmente ruvide, si intrecciano per un momento tra i suoi capelli biondi lunghi fino alle spalle.

"Silenzio..." la rimprovera, facendo scorrere distrattamente le dita tra i fili rimanenti che circondano le sue dita prima di farle scorrere ancora una volta la mano lungo la schiena.

Un raro sorriso abbellisce i suoi lineamenti mentre la sua amante annuisce dolcemente e chiude gli occhi: i suoi fianchi prendono lentamente velocità per tutto il tempo e le sue unghie affondano nelle sue spalle, intrappolando ciocche e ciocche dei suoi stessi capelli biondi sotto le sue dita sottili e sorprendentemente fredde.

Tuttavia, il suo silenzio durò solo per un momento-

"Ahn~" Il suo grido piuttosto forte riecheggia tra le pareti e lui sorride diabolicamente contro il lato sinistro del collo pallido, le sue dita continuano a correre sulla struttura leggera e morbida delle sue ali ora provocanti mentre lei trema e si stringe attorno alla sua lunghezza.

"Mm...ti piace, angelo mio~?" Ancora una volta, fa scorrere le dita sulle sue morbide piume lanuginose, questa volta sollevando la testa per appoggiare la fronte contro quella di lei, un sorrisetto ancora sulle sue labbra.

"O-oh Dio..." Lui osserva le sue sopracciglia bionde aggrottate per la frustrazione, un lieve gemito che le sfugge in un respiro veloce e caldo che si mescola al suo. È solo quando è così vicino che riesce a sentire i suoi respiri affrettati e i suoi ansiti veloci. Naturalmente, questo gli dà solo più motivi per prenderla in giro...

"Ah ah," I suoi occhi azzurri sono accesi di malizia e, ora che lei ha smesso di muoversi in quel momento, fa oscillare i fianchi contro quelli di lei, "Non usare il nome del tuo signore invano, tesoro. Altrimenti potrei devo solo portarti giù con me quando me ne vado..." mormora, il suo sorriso si allarga mentre il suo amante emette un altro basso piagnucolio.

"P-per favore-"

Oh, sa già cosa sta per implorare, e prima ancora che possa finire la frase, le sta facendo scorrere una mano su e giù per il sedere per massaggiare e premere ogni piccolo punto nervoso che ha impiegato quasi un'eternità a capire; l'altra mano le afferra il sedere per incoraggiarla ad accelerare e ad alzare i fianchi più in alto.

Il suo petto si solleva dopo solo pochi minuti di ritmo accelerato, i suoi respiri caldi diventano superficiali e rapidi e il suo corpo si contrae e si avvolge ad ogni spinta. E così iniziarono i suoi canti e i suoi avvertimenti-

"Lucian...ah~ Oh-io-io..tu...~"

"Ssst." Si calmò, solo per ringhiare sommessamente mentre le mani leggermente sudate tiravano i suoi riccioli biondi e le unghie gli graffiavano il cuoio capelluto.

Era a un solo millimetro dal cadere dal bordo, e dal modo in cui gemeva e di tanto in tanto lanciava la testa all'indietro, il demone sapeva che sarebbe rapidamente precipitata in una spirale. Il biondo sollevò i fianchi ancora una volta, piantando le labbra contro quelle del suo amante in quell'esatto momento e ingoiando ogni ultimo, forte rumore da entrambi mentre giravano oltre il limite.

Quando finalmente la sua vista gli si schiarì, la sua schiena era contro la morbida testiera scamosciata bianca del letto del suo amante e la sua piccola amante aveva i capelli arruffati di sudore appoggiati sulla sua spalla sinistra - il suo corpo tremava ancora e, quando finalmente si concentrò, notò che lei si stava ancora agitando intorno a lui.

Poi, lentamente, esitante, l'angelo sollevò la testa e gli sfiorò la mascella con le labbra mentre Lucian finalmente riusciva a trascinare la trapunta spiegazzata dal pavimento e sopra loro due.

"EHI.."

Lui la guardò, macchie di nero demoniaco che lentamente svanivano nelle sue doppie iridi blu, "Cosa c'è, mia Rose?" Le chiese freddamente, passandole una mano tra i capelli inumiditi di sudore e ancora deliziandosi del piccolo brivido che emana dall'aria fredda.

"Ti amo..." Ancora una volta, le sue labbra vengono sfiorate e premute delicatamente prima che lei si tiri indietro e strofini il viso contro il suo petto.

Una risatina profonda attraversa l'aria mentre il demone biondo dà un breve e casto bacio sulla sommità della testa bionda del suo amore. "Ti amo anch'io, angelo."

Storie simili

Mai voltarsi indietro_(2)

Introduzione Ho sentito che qualcuno si è trasferito nella villa, disse il piccolo Jeremy con tono pratico. La sua voce adolescenziale era forte di sicurezza e il suo petto era alto mentre parlava. Bugiardo, ribatté subito Porter. Era impossibile, tutti sapevano che quella casa era infestata. I due avevano 7 anni all'epoca e la loro immaginazione elaborava costantemente storie. Molte delle loro storie erano incentrate sulla misteriosa dimora che si trovava in cima al terreno montuoso che circondava la loro città in Colorado. I due erano convinti che fosse infestato, quindi la prospettiva che qualcuno lo abitasse era incomprensibile. No, Jeremy...

1.1K I più visti

Likes 0

Il seme dell'orrore: capitolo 9

Capitolo nove Allora come l'hanno presa i tuoi genitori? Chiese Christi, parlando con Jason attraverso i loro telefoni cellulari. Era seduto in un parcheggio innevato a Portland, dopo aver appena compilato la sua quinta domanda di lavoro. Davanti a lui ora c'era un'applicazione McDonalds. Dannazione, i suoi genitori gli avevano sempre detto di studiare sodo e di entrare in un buon college in modo da non dover mai girare gli hamburger. Grazie mille, Stimmate Nere. “Non posso davvero dirlo, sono andato a letto appena sono tornato a casa e me ne sono andato prima che qualcun altro si alzasse. In realtà...

1.3K I più visti

Likes 0

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2 A cura del tecnico BDSM FFF/F D/s / Lieve / Esibizionismo / Schiavitù consensuale / F/F / Neve / Freddo / Umiliazione / Sesso elettrico = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = Quattro giovani studentesse del college in vacanza sugli sci devono trovare altre cose da fare quando un eccesso di neve fresca le intrappola nella loro cabina. Questa è la quarta di questa serie e descrive un'interessante giornata sugli sci su piste quasi...

1.9K I più visti

Likes 0

Una sorpresa estiva (parte 1)

Una sorpresa estiva, Parte 1 di Nicholas Chiglia Capitolo 1: Nick aveva diciannove anni ed era appena tornato dal suo primo anno al college, che se chiedevi a qualcuno coinvolto era al massimo poco brillante. L'estate dopo il diploma di scuola superiore, aveva avuto visioni di feste, ragazze, alcol, lavori. Ma la realtà era un po' meno eccitante di questa immaginazione pre-congelamento. Andava a un paio di feste, cercava di trovare un gruppo di ragazzi con cui uscire, ma finiva comunque per dormire da solo nel suo dormitorio ogni fine settimana. Il compagno di stanza di Nick non era così maledetto...

1.2K I più visti

Likes 0

Contemplando la mia bisessualità???

Non avevo mai pensato a me stesso come Gay o addirittura mi piaceva il pensiero di stare con un uomo. D'altra parte mi piaceva giocare con il mio culo e inserire cose da quando avevo circa 12 anni. Ricordo di aver usato la doccia di mia madre per farmi clisteri da quando ricordo. Crescendo, mi sono ritrovato a usare cetrioli e tutti i tipi di altri oggetti per soddisfare il mio desiderio di avere il sedere aperto. Un giorno di qualche anno fa, dopo aver riflettuto a lungo, decisi di provare qualcosa di nuovo. C'era un medico che lavorava nello stesso...

1.1K I più visti

Likes 0

LA VITA DEI RAGAZZI_(1)

INTRO: Ehi ragazzi, sono Rohan, 16 anni, sono alto esattamente 5 piedi e 10 pollici, ero un po 'magro in tenera età, ma lo faccio crescere andando in palestra. quindi puoi dire che ho una buona fisica, ho un tono della pelle di tipo abbronzato ma praticamente dalla parte giusta. tutto questo non ho fortuna con le ragazze! dato che aiuto mio padre in negozio, non ho tempo per tutte queste cose. come ogni ragazzo indiano adolescente anch'io ho i miei ormoni al top! come ero vergine! Vivo con mia madre, mio ​​padre e una sorella maggiore Roshni di 17 anni...

735 I più visti

Likes 0

Imbrogli sessuali della famiglia Biden: Ashley Biden

Ashley Biden è scesa dall'autobus con un sorriso. Era seduta accanto a Tom, per il quale aveva una grande cotta. Per tutto il tempo la sua gamba premeva contro la gamba nuda della gonna e la faceva sentire confusa nelle mutandine. Poteva sentire una macchia di umidità mentre scendeva dall'autobus. Mentre si allontanava, una folata di vento le infiammò la gonna e lei si affrettò ad abbassarla. Sperava che nessuno l'avesse visto, ma a casa sua, un papà vigile aveva appena alzato un sopracciglio. Ashley entrò in casa e fu accolta da suo padre. Ciao tesoro, disse e l'abbracciò. Ciao papà...

476 I più visti

Likes 0

L'animaletto del drago: Capitolo 3

Capitolo 3 Marian aspettava con impazienza mentre i draghi si nutrivano di un paio di pecore, anche se la sua pazienza si stava esaurendo. Era arrapata e affamata e non poteva soddisfare nessuno dei due impulsi senza scopare una delle bestie. Uno dei draghi stava per finire il suo pasto, ma Marian era stanco di aspettare. Strisciando sulle mani e sulle ginocchia, Marian interruppe coraggiosamente il sanguinoso banchetto della creatura e si arrampicò sulle sue ginocchia. Il drago stava per ringhiare e ruggire per la sua insolenza, ma divenne silenzioso quando Marian afferrò il suo cazzo, lo accarezzò fino alla piena...

2.4K I più visti

Likes 0

Raj e Sofia

Sono Raj ancora una volta qui Un giorno ho ricevuto una mail da qualcuno di nome Sophia. Nella posta, ha detto di aver esaminato i miei messaggi e che le è piaciuto molto. Mi ha anche chiesto se sarei interessato a chattare con lei. Inizialmente ero un po' sospettoso a causa della mia esperienza nelle chat room dove ci sono più uomini che si atteggiano a donne che donne reali. Tuttavia, ho risposto a quella mail e ho detto che sarò disponibile online durante le serate. Ho ricevuto una risposta alla mia risposta dopo un paio di giorni dicendomi che Sophia...

2.2K I più visti

Likes 0

Delizia del comandante

Nota: Ciao a tutti! Ancora una volta, come sempre, scrivo per soldi. Per favore mandami un messaggio se desideri la tua storia personale, privata e fantastica di smexiness. Se non hai niente di carino da dire sui commenti, non dirlo affatto :) Se ti è piaciuto il racconto, per favore aggiungimi come amico o... recensisci questo. Ho oltre 400 pagine di lavoro che sto scrivendo e note positive, feedback positivi, commenti positivi - mi fanno sorridere. Duke era diventato piuttosto sfacciato negli ultimi tempi Dopo il ripristino del G.I. Joes, gli altri Joe sono diventati sempre più preoccupati per il comportamento...

2.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.