Viaggio di laurea

342Report
Viaggio di laurea

Era l'estate del 2016, mi ero appena diplomato e al momento ero seduto in aeroporto ad aspettare il mio volo per le Hawaii. La nostra classe di diplomati aveva organizzato un viaggio in un resort tutto compreso appena ad ovest di Honolulu. Ero euforico nel sentire la chiamata del nostro volo
"Volo Oceanic 815 diretto a Honolulu, Hawaii. stiamo iniziando l'imbarco a quest'ora, per favore formate una fila in modo calmo e ordinato." Io e i miei amici abbiamo aspettato che la fila si calmasse prima di andare a metterci in fila
"Sto cercando di rimanere ubriaco per tutto il tempo che sono stato lì", ha detto uno dei miei amici, Oscar. Era un contadino dai capelli castani che viveva in città.
"vaffanculo", è intervenuto l'altro mio amico Liam. Una volta che la linea si è interrotta ci siamo alzati e ci siamo messi in fila. Ero distratto perché era la prima volta che volavo e aspettavo con ansia questo viaggio da un po'. Probabilmente dovrei parlarti di me. Mi chiamo Connor, ho 5'9 anni, capelli neri, praticamente senza muscoli, un po' timido (finché non ti ho conosciuto). Ho superato tutte le lezioni con una media dell'80%, il che è positivo considerando che non ho mai studiato né fatto compiti (sul serio, come ho fatto a passare). La mia vita al liceo era mediocre, non andavo mai alle feste (tranne l'after party del ballo di fine anno). Uscivo raramente con gli amici, per lo più restavo a casa a mangiare il gelato e guardare Netflix. Non ero mai uscito con qualcuno durante il liceo e devo ancora baciare qualcuno e tanto meno fare sesso con lui. A proposito, il mio cazzo è di ben 6 pollici, non c'è niente che impressioni le donne, ma è bello. Comunque torniamo alla storia.
"Buon volo, signore" disse l'addetto all'imbarco, riportandomi dalla trance
"Grazie" risposi. Salii la passerella sull'aereo, mentre stavo percorrendo il corridoio verso il mio posto, i miei occhi vagavano per i sedili alla ricerca di Megan. Era stata la mia cotta fin dalla prima media, avevo passato molte notti a masturbarmi con le sue foto su Facebook. Dopo aver scansionato l'aereo non sono riuscito a trovarla, ho pensato di averla semplicemente persa. Quando raggiunsi il mio posto, gettai il mio bagaglio nello scompartimento superiore e presi posto. Dopo essere rimasto seduto per circa dieci minuti, ho visto Megan camminare lungo il corridoio, si è fermata nella mia fila e ha gettato la sua roba nello scompartimento. Ero così felice, voglio dire, la persona per cui ho una cotta potrebbe essere seduta vicino a me. Megan poi mi guardò
"Ehi Connor! hai 23 anni?" chiese con la sua bellissima voce
"Sì, 23c"
"Fantastico, ho 23 anni"
"Bello" ho appena gridato, la persona che mi piace da molto tempo era seduta accanto a me durante il volo di 10 ore, ero così felice.

"Ughhh perché ci vuole così tanto tempo?" gemette Megan. Eravamo in volo da circa 30 minuti e il carrello del cibo doveva ancora scendere lungo il corridoio
"Sta arrivando, è ancora in prima classe" risposi
"Vaffanculo, sono molto più importante" disse sarcasticamente. abbiamo riso entrambi
"Allora Megan, sei emozionata?"
"Diavolo sì, ho un'intera settimana di festa al sole. Perché tu no?"
"Sì, sono emozionato, perché non dovrei esserlo"
"Immagino che dovresti essere emozionato. Potrai guardarmi in bikini tutta la settimana"
"Vorrei poterti vedere senza bikini" è quello che pensavo di dire ma l'ho tenuto per me "cosa? No, sono emozionato per l'alcol illimitato"
"Ohh andiamo, non puoi almeno preoccuparti di tutti quelli in bikini"
"Beh, per quanto Oscar in bikini mi ecciti"
"Non intendevo tutte" disse alzando gli occhi al cielo "non vuoi vedere le ragazze in bikini?"
"Ummmm"
"Ciao, cosa volete bere?" Ho lasciato uscire un sospiro perché non volevo davvero parlare di ragazze in bikini con la mia cotta.

Dopo aver finito i nostri drink, Megan si è addormentata e io l'ho seguita velocemente. Mi sono svegliato con la turbolenza qualche tempo dopo. Mi ci è voluto un secondo per realizzare dove mi trovavo da quando avevo fatto un sogno meraviglioso su Donald Trump e alcuni coniglietti e peperoncini che esplodevano, era piuttosto nella media per i miei sogni. Ho sentito un peso sulla spalla e ho girato la testa per vedere cosa fosse, ma tutto ciò che ho ottenuto è stato uno sguardo pieno di bellissimi capelli biondi. Mi ci è voluto un secondo per rivivere la testa di Megan appoggiata sulla mia spalla. Stavo riflettendo se svegliarla o meno alla fine mi sono reso conto che non potevo addormentarmi così ho acceso il telefono per guardare un paio di episodi di X-Files. Dopo 3 o 4 episodi l'assistente di volo mi ha dato un colpetto sulla spalla
"Mi dispiace signore, deve spegnere il dispositivo, atterreremo presto" ho iniziato a spegnere il telefono e a piegare le cuffie "ohh e potresti svegliare la tua ragazza, per favore".
Mi sono eccitato un po' pensando che gli assistenti di volo pensassero che fossimo una coppia. Ho dato un colpetto leggero a Megan sulla spalla poi quando non si è svegliata l'ho scossa più forte
"Ughh, potresti essere un po' più gentile a svegliarmi," gemette
"Scusa, ma non ti saresti svegliato. In più l'assistente di volo mi ha detto di svegliarti"
"Ohh che dolcezza da parte tua" disse in tono beffardo
L'aereo cominciò a scendere ed entrambi guardammo fuori dal finestrino per intravedere le Hawaii

Una volta atterrati ho incontrato i miei amici, abbiamo preso i bagagli e siamo andati a cercare il nostro autobus per portarci al resort. Una volta saliti sull'autobus io e i miei amici abbiamo iniziato a parlare
"Amico, ho sentito che stanno arrivando 108 bambini", ha detto Liam
"Cazzo, sono tanti autobus" ho commentato il nostro autobus ha iniziato a muoversi poco dopo. Sono rimasto a guardare fuori dal finestrino o a parlare con i miei amici per tutto il viaggio. Non c'era molto da vedere, erano soprattutto spiagge e foreste. Dopo un'ora di viaggio abbiamo finalmente raggiunto il nostro resort tra gli applausi di tutti a bordo dell'autobus. Abbiamo scaricato le nostre cose dall'autobus e abbiamo iniziato a dirigerci verso le nostre stanze, poiché il viaggio era organizzato da un'entità esterna c'erano edifici separati per ogni sesso. L'edificio in cui alloggiavamo io e il mio amico era l'edificio 4, Liam e io eravamo nella stanza 15 mentre Oscar e Dylan erano nella stanza 16. La stanza era carina e aveva un bagno con doccia, Jacuzzi e WC proprio fuori dalla porta principale. Dietro c'erano due letti matrimoniali, una tv, una zona soggiorno e un balcone con vista sulla magnifica piscina.
"Che carino" commentò Liam mentre prendeva una birra dal frigorifero "ne vuoi una?"
"Certo perché no" poi mi ha lanciato una birra e l'ho scolata in pochi sorsi.
"Voglio andare in spiaggia oggi" ho chiesto
"Certo che non abbiamo altro in programma"
"Chiamerò Oscar e Dylan". Dopo aver finito di chiamarli siamo scesi tutti in spiaggia dove abbiamo trascorso le due ore successive prima di andare al buffet per la cena. Dopo esserci saziati siamo tornati in camera per andare a dormire
"Ci vediamo domani ragazzi" ho urlato leggermente ubriaco mentre entravamo nella nostra stanza e sono subito svenuto sul letto.

Mi sono svegliato la mattina dopo con un forte risveglio mattutino e ho discusso se masturbarmi o meno, dato che ero in uno spazio ristretto con qualcun altro, ho deciso di non farlo. Dopo un po' sentii qualche fruscio dall'altro letto
"Pssttt, ehi Connor, sei sveglio?"
"Sì, sono sveglio"
"Bene, sto morendo di fame". Ho guardato l'orologio per vedere che ore fossero e mi sono reso conto che erano le 8:30. Dopo 10 minuti in cui mi lamentavo di dover alzarmi dal letto, finalmente sono strisciato fuori e mi sono diretto verso la doccia. Accendendolo mi sono tolto il pigiama (praticamente una canottiera e boxer) e sono entrato. Adoro la sensazione di essere nudo e di vivere con due fratelli (li spingerei entrambi sotto un autobus in un batter d'occhio). Non potrei assolutamente andare in giro nudo, tranne che per i momenti dispari. Mentre sentivo l'acqua scorrere lungo la mia pelle lavando via lo sporco e la sporcizia del giorno precedente, le mie mani si allungarono lentamente verso il mio cazzo ormai eretto. Ho cominciato lentamente ad accarezzarlo, avendo la sensazione di avere la mano che inghiottiva il mio cazzo, immaginando che la mia mano fosse la bocca di Megan che avvolgeva il mio... Bussa* Bussa* Bussa*
"Connor, tra poco parto per fare colazione, hai quasi finito"
"Uhhh sì, ho quasi finito" balbettai spezzando il piacere. Mi sono lavata in fretta i capelli, ho chiuso la doccia, mi sono asciugata e ho indossato dei vestiti
"Connor, sbrigati, sto morendo di fame"
"Sto arrivando." Presi gli occhiali da sole e corsi fuori dalla porta. Anche se erano solo le 9:00 fuori faceva ancora caldo e dato che veniamo dal Canada non eravamo abituati al caldo.
"Maledizione, fa caldo fuori" disse Oscar
"Farà solo più caldo" ho aggiunto perché mi ero già abituato alla temperatura e conoscevo la disposizione generale del resort
"Sì, le ragazze saranno più attraenti", ha risposto dando il cinque a Dylan. Quando finalmente arrivammo a fare colazione e ci sedemmo, ordinai una frittata e tutti gli altri ordinarono uova e pancetta
"Ehi Connor, guarda chi è appena entrato" sussurrò Oscar. Girai la testa e vidi i bellissimi capelli biondi di Megan
"Perché non vai lì e le parli?" disse Liam dandomi una gomitata.
"Dai Connor, è seduta anche da sola"
"Perché non potete lasciarmi in pace?" dissi
"Perché è divertente" hanno ribattuto tutti. "Dai Connor, non scoperai mai così"
"Va bene, andrò a sedermi con lei!" dissi mentre spingevo indietro la sedia, prendevo il cibo e mi avvicinavo al suo tavolo.
"E 'occupato questo posto?" ho chiesto
"No, puoi averlo" disse mentre mi guardava con quei bellissimi occhi azzurri. Ho tirato fuori la sedia e mi sono seduto
"Perché sei seduto da solo, dove sono Camryn e Brianna?" ho chiesto
"Oh, ho dormito fino a tardi e se ne sono andati senza di me"
"Beh, non è stato molto carino"
"Sì" ha detto mentre entrambi ridacchiavamo. Quando arrivò il suo cibo restammo per lo più in silenzio, tranne per la strana domanda sulla scuola. Mentre finiva le sue frittelle di patate mi guardò e disse
"Ehi, vuoi uscire oggi in piscina?"
"Certo perché no?" risposi restando calmo fuori ma urlando di gioia dentro.
"Grande andiamo". Tornammo nella sua stanza
"Puoi aspettare fuori mentre mi cambio?" Lei chiese
"Certo" risposi. Rimasi fuori sapendo che Megan era nuda dentro. Dopo circa 15 minuti la porta si aprì e Megan uscì, indossava il bikini più piccolo che non lasciava molto all'immaginazione, volevo strapparle il bikini e infilarmi...
"Ciao, terra a Connor" Sono stato tirato fuori dalla mia trance
"Ohh ummm scusa, mi sono distratto un po'" Indossavo gli occhiali da sole così lei non poteva vedere che stavo guardando come stavano le sue tette in bikini
"Bene, vuoi tornare nella tua stanza?"
"Eh?"
"Per cambiare stupido"
"Ohh certo che sì" abbiamo iniziato a tornare nella mia stanza cercando di intravedere il suo corpo senza che lei lo sapesse. Finalmente raggiungemmo la mia stanza
"Credo che resterò qui allora" disse Megan. Sono entrato nella stanza, mi sono messo il costume da bagno e dopo 5 minuti sono uscito.
"È stato veloce" ha commentato Megan
"Settimana ho solo un pezzo da indossare"
"Ah, andiamo andiamo in piscina" abbiamo iniziato entrambi a camminare verso la piscina. La piscina aveva un bar sull'acqua e dopo aver sistemato le nostre cose su alcune sedie sono andato a prendere un drink
"Due birre, per favore" dissi al barista. Dopo che il barista mi ha preso le mie due birre, sono tornato ai nostri posti
"Ecco qua Megan" dissi mentre le porgevo una birra
"Aww grazie Connor" disse mentre iniziava a bere. Dopo un paio di sorsi siamo andati entrambi a tuffarci in piscina per nuotare un po' quando uno dei DJ è entrato in cassa
"Va bene gente della piscina, faremo pallanuoto nella piscina di chiunque voglia giocare, veniteci incontro vicino alle reti" Ho guardato Megan e lei ha capito il significato
"Certo che mi piacerebbe giocare" abbiamo nuotato fino alla partita di pallanuoto e ci siamo uniti. Siamo stati inseriti in squadre separate e dopo pochi minuti di gioco le cose hanno iniziato a peggiorare. La palla è stata colpita lontano dal campo di gioco e io e Megan stavamo nuotando per prenderla, siamo arrivati ​​lì nello stesso momento e abbiamo iniziato a lottare per prenderla. Le mie mani la stavano toccando "accidentalmente" e ho pensato di sentirla afferrare il mio cazzo irrigidito. Ben presto me lo strappò e andò a segnare il gol della vittoria
"Bel gioco Megan"
"Non preoccuparti" rispose lei "ehi, puoi prendermi una birra, sarò al nostro posto" disse mentre nuotava verso il bordo della piscina e usciva. Diventavo sempre più duro mentre guardavo il suo culo dondolare, non l'avevo notato prima, ma il suo culo aveva sempre ondeggiato così prima. Poi ho nuotato fino al bar e ho preso due birre. Quando sono uscito dalla piscina ero completamente duro.
"Ecco la tua birra Megan"
"Quindi... aspetta, hai un rotolo di monete in tasca o sei semplicemente felice di vedermi" arrossii, lei aveva subito visto che ce l'avevo con "ehi, va bene, tutti i ragazzi si fanno erire, specialmente quando il" ho visto una ragazza in bikini"
"Uhhh c-grazie-tu-tu" balbettai di rimando
"Aspetta, è questo da parte mia?" disse alzandosi adesso, si avvicinò a me finché non fu il più vicino possibile senza baciarsi
"Ummmm..." dissi con le guance diventate rosse come un camion dei pompieri
"Perché penso che faccia piuttosto caldo," disse afferrandomi il cazzo attraverso il costume da bagno. Poi ha avvicinato la sua bocca alla mia finché le nostre labbra non si sono incrociate e abbiamo iniziato a pomiciare. La sua mano iniziò lentamente a scorrere sul mio cazzo e le mie mani cominciarono a vagare sulla sua schiena mentre le nostre lingue si intrecciavano.
"Prendi una stanza!" Qualcuno dall'altra parte della piscina urlò rompendo il nostro abbraccio.
"Vuoi tornare nella tua stanza?" chiese Megan con tono da troia
"Perché non dovrei?" Ho avvolto il mio braccio attorno alla vita di Megan e siamo tornati nella mia stanza, la mia mano si è fatta strada lentamente verso il suo sedere
"Aspetta, amico, non ancora", disse Megan. Quando finalmente raggiungemmo la mia stanza, mi abbracciò mentre cadevamo sul letto, ancora pomiciando. Dopo 5 minuti Megan si è messa a cavalcioni sul mio petto e ha iniziato a togliersi il top del bikini. I miei occhi sono quasi usciti dalle orbite quando ha abbassato il top, le sue tette erano circa 36c e avevano capezzoli piccoli ma belli.
"Ti piace quello che vedi?" Lei chiese
"Non ho mai visto niente di più bello". rise mentre si alzava dal mio petto, si mise di fronte a me e poi abbassò lentamente i pantaloni del bikini rivelando una figa rasata
"Oh Dio, che caldo" dissi mentre lei si avvicinava a me
"Togliamo questi" disse mentre cominciava a tirarmi giù il costume da bagno. Il mio cazzo saltò fuori quasi colpendola in faccia
"Vedo che qualcuno è eccitato," cominciò poi ad accarezzare il mio cazzo nudo, prima di infilarlo nella sua calda bocca di velluto. Potevo sentire la sua lingua sondare la testa del mio cazzo mentre lo prendeva sempre più in profondità nella sua bocca. Presto ho potuto sentire che le colpivo il fondo della gola mentre cominciava a dondolare la testa su e giù sul mio cazzo
"Ohhh Dio Megan, non fermarti" questo non fece altro che incoraggiarla mentre sembrava prendere velocità
"Fffffffffuck M-M-Megan, vado a CCCCCCUUUUUUUUMMMMMMMMM" mi ha tolto dalla bocca in quel preciso momento e ha continuato a farmi una sega mentre arrivavo, un carico dopo l'altro schizzando sul viso perfetto di Megan. Non appena ho raggiunto l'effetto post-orgasmo, ho guardato in basso e ho visto Megan che raccoglieva il mio sperma dalla sua faccia e se lo infilava in bocca.
"Mmmmmm, qualcuno ha un buon sapore" ha detto mentre quasi tornavo proprio lì.
"Che ne dici di accontentarti adesso?" dissi mentre mi mettevo tra le gambe di Megan, potevo sentire il suo profumo da qui. Le ho allargato lentamente le gambe mentre avvicinavo la testa alla sua scatola dell'amore, la mia lingua a pochi millimetri dalla sua bellezza proibita. Lentamente ho tirato fuori la lingua mentre le leccavo la figa
"Ohhhh Dio, cazzo, proprio lì". Ciò mi ha solo incoraggiato di più mentre acceleravo il ritmo. Presto ho trovato il suo clitoride e lei ha cominciato a gemere come se non ci fosse un domani
"Oooooohhhhhhhhh Fanculo, è così bello, non fermare Connor, ohhhhhhhhh" continuava a gemere "Dio Connor, sto andando a Cummmmmmmm" Sentii un flusso di succhi raggiungermi mentre le sue gambe si chiudevano attorno alla mia testa. Continuavo a leccarle la figa assaggiando i succhi succulenti che scorrevano dal suo buco dell'amore. Alla fine venne annegata dal suo orgasmo
"Porca miseria, è stato il miglior orgasmo che abbia mai avuto" ansimò
"Beh, quanti ragazzi ti hanno fatto venire l'orgasmo?" ho chiesto
"Circa le sei" disse
"Quando li hai incontrati?"
"Durante le feste, quando ero ubriaco o sentivo il bisogno di scopare, a proposito". Ho guardato il mio cazzo solo per vederlo iniziare a indurirsi. Megan si mise rapidamente a cavalcioni sul mio petto
"Aspetta Connor, sei ancora vergine?" Lei chiese
"S-sì"
"Beh stasera non lo sarai," disse mentre afferrava il mio cazzo e lo posizionava tra le sue gambe e si abbassava dentro. Potevo sentire la sua figa stretta avvolgersi lentamente attorno al mio cazzo.
"Ohhhhhhhhh Megan, la tua figa è così stretta" gemetti alla fine, sentii le mie palle colpirle l'inguine e lei iniziò a muoversi su e giù, non potevo crederci, stavo facendo sesso con la mia cotta. Sentivo il mio cazzo colpirle la cervice ogni volta che veniva su di me. Dopo un po' di lamenti da parte di entrambi, il nostro ritmo accelerò.
"Ohh, sto per venire con Connor" gemette Megan
"anche io" risposi. Dopo qualche altra spinta sono entrato in profondità nella sua figa ed è venuta anche Megan
"OOOOOOOHHHHHHH GGGGGOOOOOODDDDDDDD" urlò Megan mentre mi crollava addosso. Ci sono voluti alcuni minuti prima che il mio cazzo saltasse fuori dalla sua figa e lei rotolasse su un fianco
"È stato il miglior sesso che abbia mai fatto", ha detto Megan
"È stato l'unico sesso che abbia mai fatto" ho risposto, mentre ridevamo entrambi
"Beh, spero che questa settimana le cose cambino", disse in tono succulento
"Ti amo Megan"
"Ti amo anch'io, Connor", mentre entrambi ci addormentavamo

Storie simili

Mai voltarsi indietro_(2)

Introduzione Ho sentito che qualcuno si è trasferito nella villa, disse il piccolo Jeremy con tono pratico. La sua voce adolescenziale era forte di sicurezza e il suo petto era alto mentre parlava. Bugiardo, ribatté subito Porter. Era impossibile, tutti sapevano che quella casa era infestata. I due avevano 7 anni all'epoca e la loro immaginazione elaborava costantemente storie. Molte delle loro storie erano incentrate sulla misteriosa dimora che si trovava in cima al terreno montuoso che circondava la loro città in Colorado. I due erano convinti che fosse infestato, quindi la prospettiva che qualcuno lo abitasse era incomprensibile. No, Jeremy...

1.1K I più visti

Likes 0

Il seme dell'orrore: capitolo 9

Capitolo nove Allora come l'hanno presa i tuoi genitori? Chiese Christi, parlando con Jason attraverso i loro telefoni cellulari. Era seduto in un parcheggio innevato a Portland, dopo aver appena compilato la sua quinta domanda di lavoro. Davanti a lui ora c'era un'applicazione McDonalds. Dannazione, i suoi genitori gli avevano sempre detto di studiare sodo e di entrare in un buon college in modo da non dover mai girare gli hamburger. Grazie mille, Stimmate Nere. “Non posso davvero dirlo, sono andato a letto appena sono tornato a casa e me ne sono andato prima che qualcun altro si alzasse. In realtà...

1.3K I più visti

Likes 0

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2 A cura del tecnico BDSM FFF/F D/s / Lieve / Esibizionismo / Schiavitù consensuale / F/F / Neve / Freddo / Umiliazione / Sesso elettrico = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = Quattro giovani studentesse del college in vacanza sugli sci devono trovare altre cose da fare quando un eccesso di neve fresca le intrappola nella loro cabina. Questa è la quarta di questa serie e descrive un'interessante giornata sugli sci su piste quasi...

1.9K I più visti

Likes 0

Una sorpresa estiva (parte 1)

Una sorpresa estiva, Parte 1 di Nicholas Chiglia Capitolo 1: Nick aveva diciannove anni ed era appena tornato dal suo primo anno al college, che se chiedevi a qualcuno coinvolto era al massimo poco brillante. L'estate dopo il diploma di scuola superiore, aveva avuto visioni di feste, ragazze, alcol, lavori. Ma la realtà era un po' meno eccitante di questa immaginazione pre-congelamento. Andava a un paio di feste, cercava di trovare un gruppo di ragazzi con cui uscire, ma finiva comunque per dormire da solo nel suo dormitorio ogni fine settimana. Il compagno di stanza di Nick non era così maledetto...

1.2K I più visti

Likes 0

L'amico di mio marito viene a trovarci - Parte 2

=================================================== ========= Faresti meglio a leggere prima L'amico di mio marito ci visita, poiché è l'inizio di questa storia. Altrimenti, sarà impossibile capire! =================================================== ========= CIAO! Sono di nuovo Lynn, e voglio raccontarvi cosa è successo dopo tutto il piacere che ho avuto con mio marito Jim e il suo amico ben dotato Ben, quando lo abbiamo accolto a casa vostra. Eravamo distrutti dopo tutto l'alcol che avevamo bevuto, e anche tutte le attività sessuali, estremamente piacevoli ma anche estenuanti. Abbiamo fatto la doccia insieme e siamo andati a letto – il nostro letto king size, ovviamente, non l'improvvisato nell'ufficio di...

1.2K I più visti

Likes 0

Contemplando la mia bisessualità???

Non avevo mai pensato a me stesso come Gay o addirittura mi piaceva il pensiero di stare con un uomo. D'altra parte mi piaceva giocare con il mio culo e inserire cose da quando avevo circa 12 anni. Ricordo di aver usato la doccia di mia madre per farmi clisteri da quando ricordo. Crescendo, mi sono ritrovato a usare cetrioli e tutti i tipi di altri oggetti per soddisfare il mio desiderio di avere il sedere aperto. Un giorno di qualche anno fa, dopo aver riflettuto a lungo, decisi di provare qualcosa di nuovo. C'era un medico che lavorava nello stesso...

1.1K I più visti

Likes 0

LA VITA DEI RAGAZZI_(1)

INTRO: Ehi ragazzi, sono Rohan, 16 anni, sono alto esattamente 5 piedi e 10 pollici, ero un po 'magro in tenera età, ma lo faccio crescere andando in palestra. quindi puoi dire che ho una buona fisica, ho un tono della pelle di tipo abbronzato ma praticamente dalla parte giusta. tutto questo non ho fortuna con le ragazze! dato che aiuto mio padre in negozio, non ho tempo per tutte queste cose. come ogni ragazzo indiano adolescente anch'io ho i miei ormoni al top! come ero vergine! Vivo con mia madre, mio ​​padre e una sorella maggiore Roshni di 17 anni...

735 I più visti

Likes 0

Imbrogli sessuali della famiglia Biden: Ashley Biden

Ashley Biden è scesa dall'autobus con un sorriso. Era seduta accanto a Tom, per il quale aveva una grande cotta. Per tutto il tempo la sua gamba premeva contro la gamba nuda della gonna e la faceva sentire confusa nelle mutandine. Poteva sentire una macchia di umidità mentre scendeva dall'autobus. Mentre si allontanava, una folata di vento le infiammò la gonna e lei si affrettò ad abbassarla. Sperava che nessuno l'avesse visto, ma a casa sua, un papà vigile aveva appena alzato un sopracciglio. Ashley entrò in casa e fu accolta da suo padre. Ciao tesoro, disse e l'abbracciò. Ciao papà...

476 I più visti

Likes 0

Bethany – Capitolo uno: Incontra Cute? Incontra Duca.

Era semplice come poteva esserlo una ragazza bianca in autunno. Aveva gli stivaletti morbidi, il maglione, la sciarpa. I suoi capelli erano appena striati di caramello e riflessi castani, e teneva in mano una miscela speziata. Bethany sorseggiava la sua bevanda rinfrescante mentre vagava per il parco, fingendo di ammirare lo scenario autunnale, ma in realtà cercando il ragazzo carino che aveva visto negli ultimi giorni. Era alto, biondo, un po' meditabondo, ed evitava di stabilire un contatto visivo ogni volta che lei lo salutava. Il suo cane, un grosso mastino, invece, era stato più che affettuoso. Ogni volta che vedeva...

161 I più visti

Likes 0

L'animaletto del drago: Capitolo 3

Capitolo 3 Marian aspettava con impazienza mentre i draghi si nutrivano di un paio di pecore, anche se la sua pazienza si stava esaurendo. Era arrapata e affamata e non poteva soddisfare nessuno dei due impulsi senza scopare una delle bestie. Uno dei draghi stava per finire il suo pasto, ma Marian era stanco di aspettare. Strisciando sulle mani e sulle ginocchia, Marian interruppe coraggiosamente il sanguinoso banchetto della creatura e si arrampicò sulle sue ginocchia. Il drago stava per ringhiare e ruggire per la sua insolenza, ma divenne silenzioso quando Marian afferrò il suo cazzo, lo accarezzò fino alla piena...

2.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.