Il dormitorio della fidanzata 3

314Report
Il dormitorio della fidanzata 3

Questa è la storia di Teagan, la mia ragazza ai tempi dell'università e della sua compagna di stanza, Sarah.

Se non hai letto le parti 1 e 2, controllale prima.


---

Quindi sono passati un paio di giorni e Sarah si è comportata come se nulla fosse successo. Come se vedermi scopare e venire addosso a Teagan fosse solo un sogno. Come se non avesse leccato lo sperma di Teagan dal mio cazzo e non avesse ingoiato il mio sperma mentre Teagan si lavava. Ad essere onesti, non ero nemmeno sicuro che fosse successo. Era così surreale. L'ho solo sognato? Voglio dire, ho fantasticato su di lei: è molto sexy.

E così ho deciso di non dirlo a Teagan. Non ne può uscire nulla di buono.

Una mattina presto, mi sono svegliato dopo averci pensato e, di conseguenza, ho ricevuto un enorme bosco mattutino. Entrambe le ragazze dormivano ancora nei rispettivi letti. Praticamente vivo qui adesso. Allora mi sono recato in bagno per farmi una doccia fredda.

Quando sono entrato, non sono rimasto sorpreso nel vedere reggiseni logori appesi ai ganci dietro la porta. Come ho detto, praticamente vivo qui adesso. Dalla dimensione della tazza, posso dire quale è di chi. Quella è sicuramente la tazza DD di Sarah dal design elegante. E quei due sono di Teagan: una coppa B senza disegno e un reggiseno sportivo extra piccolo.

Dall'altra parte del bagno ci sono quattro reggiseni. Due bianchi dal design minimal e due rossi con qualche disegno floreale. Erano tutte coppe A. Entrambe le ragazze della porta accanto devono avere la stessa dimensione del seno. In genere preferisco un seno leggermente più grande, quindi non ci ho pensato molto.

Sono saltato nella vasca da bagno e ho aperto la doccia. Mentre l'acqua fresca mi scorreva lungo la schiena, ho abbassato lo sguardo e ho provato a fare pipì con un'erezione. Fu allora che notai qualcosa di metallo sugli scaffali che contenevano tutti gli shampoo e i bagnoschiuma.

Sembrava un piccolo vibratore, decorato con una gemma all'altra estremità. L'ho riconosciuto quasi subito: un plug anale. Ohhh... una delle quattro ragazze qui è una perversa. La mia mente ha iniziato a elaborare tutte le possibilità:

TEAGANO
Ho parlato del sesso anale con Teagan dopo alcune "ricerche" su Internet. Non era entusiasta dell'idea. Una volta ci siamo arrapati così tanto che ho avuto il coraggio di infilare la punta del mignolo nella sua porta sul retro e il suo corpo si è irrigidito.

Posso dire che stava cercando di divertirsi, ma era semplicemente troppo estraneo e da allora non l'abbiamo più provato.

Forse sta allenando il suo buco del culo per farmi piacere? Voglio dire, il mio compleanno si avvicina. Sarebbe un regalo di compleanno fantastico.


SARA
Devo ammettere che quando penso a Sarah, normalmente penso alle sue enormi tette. Voglio dire, è difficile pensare a qualcos'altro quando la vedi. E ha decisamente adottato il mantra: se ce l'hai, sfoggialo. Bene, quello e il pompino a sorpresa che potrebbe essere successo o meno.

Potrebbe avere un feticismo anale? Non lo avrei mai pensato. Ho sempre immaginato che le spagnole sarebbero state la sua specialità: non sono molte le ragazze che hanno ciò di cui lei è dotata.

Poi i miei pensieri si sono spostati su come sarebbe stato incularla mentre palpavo il suo seno enorme.


UNA DELLE RAGAZZE VICINE
C'erano due ragazze che sento sempre sotto la doccia ma non ho mai visto. Quindi non sapere nulla di loro rende difficile cancellarli dalla lista dei sospettati o addirittura inserirli come il principale sospettato. Dovrò impegnarmi a conoscere queste ragazze.

E come se Dio mi stesse esaudendo il mio desiderio, o forse semplicemente mi stesse prendendo in giro, la porta che conduceva all'altra stanza si aprì. In piedi di fronte a me c'era una ragazza minuta e bionda con disordinati capelli rosso fuoco che le cadevano sulle spalle e un cespuglio rosso ben curato tra le sue gambe. Sicuramente uno zenzero naturale.

Rimasi lì, sbalordito, a fissare questa ragazza nuda. Viso carino, seno a coppa con capezzoli rosa chiaro quasi bianchi, magro ma non magro, con un asciugamano in mano.
Rimase anche lì, altrettanto sbalordita, a guardare uno sconosciuto maschio nudo nel suo bagno in un dormitorio femminile, con gli occhi che divoravano avidamente il suo corpo nudo - e per aggiungere una ciliegina sulla torta - con in mano un plug anale di metallo mentre faceva la doccia. .

Ha sicuramente visto il plug anale. I suoi occhi guizzarono dal mio viso al dilatatore anale, di nuovo al mio viso, poi giù alla mia erezione, di nuovo al dilatatore anale e infine di nuovo al mio viso. La sua bocca si aprì lentamente: per me tutto accadeva al rallentatore. Pensavo che stesse per urlare... diavolo, ho quasi urlato anch'io.

Ma lei fece semplicemente un passo indietro, senza dire una parola nonostante la bocca aperta, e poi chiuse la porta. Ci fu un momento di silenzio teso. Sembravano ore. Poi sento le risate e potrei respirare di nuovo. Ho sentito mormorii e altre risate. Da quello che ho capito, stava raccontando alla sua compagna di stanza quello che aveva visto.

Ho rimesso velocemente a posto il plug anale e sono uscito, come se stessi correndo per salvarmi la vita. Cavolo, spero che il plug anale non appartenesse a una delle ragazze della porta accanto. Devono pensare che io sia un pervertito che gioca con i loro giocattoli sessuali.

Almeno non c'erano urla o pianti.

____

Più tardi quel giorno, Sarah fece un bagno davvero lungo. Ha portato un paio di riviste, del bagnoschiuma e una bottiglia di vino. È rimasta lì per più di un'ora.

Teagan e io ci stavamo coccolando sul divano, quindi non potevo vedere cosa stesse facendo Sarah. Stavamo facendo il cucchiaio e io le stavo strofinando il mio semiduro sul culo quando all'improvviso hanno bussato alla sua porta e la ragazza dall'altra parte ha detto che c'era un controllo a campione.

Fumare, droga e ragazzi non erano ammessi nel dormitorio femminile. Quindi ci siamo alzati velocemente e abbiamo iniziato a nascondere le mie cose. Quindi guardo rapidamente fuori dallo spioncino prima di aprire la porta e sono contento di averlo fatto perché le persone incaricate erano proprio fuori, controllando la stanza vicina. Siamo così fottuti.

Teagan aprì rapidamente la porta del bagno e disse: "Mi dispiace davvero, Sarah". La cosa successiva che ho saputo è stata che sono stata spinta in bagno.

Sarah era a suo agio nella vasca, con una rivista in una mano e un bicchiere di vino nell'altra. L'acqua era per lo più limpida con alcune bolle sopravvissute qua e là. Posso vedere il suo corpo nudo in tutto il suo splendore.

Volevo davvero fissare e memorizzare questo preciso momento, ma ho fatto la cosa giusta e ho distolto lo sguardo. Lei ridacchiò e disse “Oh, fai finta di essere timida? Andiamo, lo so che mi fissi sempre. In più ci siamo già visti nudi”.

OH, QUINDI NON ERA UN SOGNO! - Stavo per urlare ma ho sentito Teagan aprire la porta d'ingresso e stava parlando con qualcuno quindi sono rimasta zitta.

Sarah si alzò e posò la rivista e il bicchiere di vino. Posso vedere l'acqua e le bolle che scorrono lungo il suo corpo nudo. Inarcò il petto in avanti, mettendo in risalto i suoi ampi seni mentre si strizzava l'acqua saponata dai capelli, e aprì la doccia. Ho guardato con stupore mentre l'acqua scorreva lungo il suo corpo.

Mi ha sorriso e ha detto: “Mi è piaciuto molto il nostro spuntino di mezzanotte dell'altra sera. Mi manca davvero. Se solo potessi assaggiarne un altro... stasera."

Stavo per obiettare ma lei mi interruppe: "Sarebbe un peccato se Teagan lo scoprisse". Fece una pausa per effetto.

Poi continuò: “Manteniamolo il nostro piccolo segreto. Lei viene scopata duramente. Potrai scoparla e farti succhiare il cazzo da un'altra ragazza. E posso assaporare la sua sborra sul tuo cazzo. Tutti vincono: sarà un crimine senza vittime”. Si leccò le labbra.

Qualcuno bussò alla porta del bagno e Sarah gridò subito che sarebbe uscita tra un minuto. Ma gli ispettori non devono essersi presi la briga di aspettare. Prima che Sarah avesse finito, li sentii andarsene e Teagan bussò delicatamente alla porta del bagno. Mi sono subito voltato verso il muro, sai, per evitare qualsiasi problema lungo la strada.

Teagan si scusò, ringraziò ancora una volta Sarah e mi tirò fuori. Era un po' scossa per la situazione imminente e mi stava chiedendo di andarmene. Volevo davvero restare per passare più tempo con lei. E forse per scoparla mentre Sarah guardava. E forse Sarah leccherà di nuovo la sborra di Teagan dal mio cazzo, come ha promesso.

Ma non volevo essere egoista e ignorare le paure di Teagan. Stavo per accettare quando Sarah uscì con solo un asciugamano addosso. Sarah mi ha spiegato che gli ispettori stanno ancora facendo il giro e che è più sicuro per me restare in questa stanza perché l'hanno già controllata. E così è stato deciso.

Quella notte non accadde nulla, non per mancanza di tentativi, ma Teagan era davvero scosso. Non mi è stato permesso di rientrare nel dormitorio per un paio di settimane, ma alla fine tutto è tornato come al solito.
____

Una notte, mentre dormivo nel letto di Teagan, fui svegliato da una sensazione di suzione calda e umida sul mio cazzo, che iniziò a crescere rapidamente. Abbasso lo sguardo e vedo Teagan che mi sorride. Adora come il mio cazzo cresce nella sua bocca. E aveva un sorriso subdolo. "È passato troppo tempo", ha detto mentre mi abbassava completamente i boxer.

Ho chiuso gli occhi e mi sono goduto il pompino sorpreso. Poi abbasso lo sguardo e vedo la sua gola profonda sul mio cazzo, facendomi gemere involontariamente. Lei ha reagito mettendomi un dito sulle labbra, chiedendomi di stare zitto ed entrambi abbiamo guardato Sarah che era ancora profondamente addormentata.

Le sollevai velocemente la camicia ampia e ammirai il suo bel seno. L'ho girata sulla schiena e ho continuato a soddisfare la mia fissazione orale succhiandole i capezzoli mentre le stringevo l'altro seno: devo essere onesto con le ragazze. Cominciò ad inarcarsi all'indietro, lottando per trattenere i propri gemiti. Ho deciso di uccidere, strofinando la mia erezione furiosa sul suo clitoride, spalmando il mio pre-cum sulle sue mutandine.

Ansimando, mi ha chiesto di smetterla di prenderla in giro e di scoparla. L'ho ignorata e ho cambiato seno mentre le toglievo lentamente le mutandine. E poi procedo a spalmare il mio pre-cum direttamente sul suo clitoride nudo ma senza entrare nel suo vaso di miele.

Ansimando più forte, iniziò a implorarlo. Più implorava di essere scopata, più era difficile per me resistere. Adoro quanto diventa troia quando è arrapata. Quindi ho immerso la testa del mio cazzo nella sua figa e l'ho tirata fuori. Brillava del suo sperma.

Ha implorato ancora un po'. Così mi sono arrampicato e le ho fatto leccare la sua sborra dal mio cazzo. Mentre era occupata, ho spiato Sarah e l'ho vista mordersi le labbra mentre si toccava furiosamente.

I nostri occhi si sono incrociati e ho tirato fuori il mio cazzo dalla bocca di Teagan per immergerlo direttamente nella sua figa con un movimento fluido. Teagan ha afferrato il lenzuolo con entrambe le mani e ha gemito così forte che avevo paura che i vicini la sentissero. Non le importava: era persa nella sua stessa estasi.

Poi Teagan ha deciso improvvisamente di prendere il controllo. Ci siamo scambiati la posizione e lei ha iniziato a cavalcarmi: posizione da cowgirl. La nostra coperta è caduta ma non ce ne frega un cazzo. Era così dura stasera e l'ho adorato.

Poi si sporse in avanti e rallentò, esausta ma continuando a macinarmi. Mi ha sussurrato all’orecchio: “Sono tutta tua. Puoi scoparmi come vuoi." Probabilmente ha sentito che diventavo leggermente più grande dentro di lei e ha iniziato a leccarmi l'orecchio - più come scoparmelo con la lingua.

All'improvviso ho pensato al plug anale e mi sono chiesto se fosse di Teagan. Poi faccio scivolare furtivamente il mio dito medio nella sua figa (mentre il mio cazzo è ancora dentro di lei) e la ricopro con il suo sperma. Le passo lo sperma lungo il bordo del buco del culo e lei si irrigidisce un po'.

Le ho sussurrato all'orecchio: "Hai detto che potevo scoparti come volevo". E dolcemente ma con sicurezza faccio scivolare il dito nel suo culo. Era stretto. Davvero stretto. Posso dire che stava cercando di divertirsi e io sono scivolato dentro di lei solo per un centimetro o giù di lì - e lentamente le ho scopato il culo con le dita.

Ha smesso di scoparmi del tutto e quindi sapevo due cose: in primo luogo, non le piace giocare con il culo, di sicuro. In secondo luogo, il plug anale non è sicuramente suo.

Così ho tirato fuori lentamente il dito da lei e l'ho scopata dolcemente - nella sua figa. Era già venuta un paio di volte durante la sessione, quindi il suo orgasmo finale è stato lieve, lasciandola esausta.

Si è scusata per non avermi dato l'opportunità di venire perché si stava asciugando e la sua figa ha iniziato a sentirsi dolorante. Le ho detto che andava bene. Mi sono davvero divertito a prescindere. Lei si alzò dolcemente da me e si diresse verso il bagno.

Non appena la porta si chiuse, Sarah si avvicinò sorridendo. Senza una parola, si è inginocchiata e ha iniziato a leccare lo sperma di Teagan dall'interno delle mie cosce, facendosi strada lentamente verso il mio cazzo. Era molto diligente, assicurandosi di leccare tutto lo sperma di Teagan. Ha lavorato dal fondo della mia asta, fino alla cima, lentamente e con sicurezza, mantenendo il contatto visivo.

Posso vedere lo sperma di Teagan accumularsi sulla lingua di Sarah mentre lavorava. Quando raggiunse la punta, ridiscese e lo fece ancora e ancora. Ero al limite e lei lo sapeva. Così è scesa un'ultima volta e mi ha leccato il buco del culo, facendomi alzare il fianco dal letto per la sorpresa. Mi ha spinto indietro e mi ha fatto la gola profonda.

Le ho subito inondato la bocca con settimane di sperma accumulato mentre lei usciva dalla gola profonda. Lo inghiottì come una campionessa, leccandosi le labbra sorridendo. E senza una parola, tornò a letto.

____

Un paio di giorni dopo, stavo guardando la TV da sola nel dormitorio femminile quando Sarah irruppe. Sembra essere leggermente angosciata. Dopo un rapido saluto, si avviò verso il bagno. Prima che potessi avvertirla, ha aperto la porta ed è stata accolta da un urlo: Teagan era dentro a fare i suoi affari.

Sarah chiuse velocemente la porta e mi guardò: il suo viso non nascondeva quanto fosse a disagio. Mi sono alzato e le ho chiesto se stava bene. Sembrava insicura, ci ha pensato un attimo e mi ha fatto promettere di non dirlo a nessuno, incluso Teagan. Ho promesso subito: ero sinceramente preoccupato per lei.

Si voltò, allargò le gambe, si chinò sul tavolo e sollevò la gonna. Non indossava mutandine e ho avuto una visione chiara della sua figa pelata. E sopra la figa molto nuda e molto bella c'era un gioiello: IL BUTTPLUG! Mistero risolto.

Ha spiegato che una delle sue amiche benefici l'ha convinta a provare i tappi anali per addestrare il suo culo al sesso anale. Lei accetta con riluttanza. E oggi ha finalmente avuto il coraggio di metterlo per sorprenderlo. Sfortunatamente, era davvero scomodo, quindi ha provato a toglierlo nel bagno pubblico ma non riusciva a toglierlo. Così lo lasciò lì e corse a casa in preda al panico.

L'ho considerato per un po', mentre la ammiravo in quella posizione. Piegato, gambe divaricate, figa pronta per essere scopata e culo pieno.

Ho provato a tirare fuori delicatamente il plug anale ma lei non ne voleva sapere. Le ho detto che lo sta stringendo, ecco perché è bloccato. Ha bisogno di rilassarsi e di lasciarmi tirare fuori. Mi ha lanciato un'occhiata e mi ha detto di provare a rilassarmi con quell'enorme plug anale nel profondo del culo.

Le ho detto di fidarsi di me e mi sono inginocchiato. Ho dato un'occhiata molto da vicino alla sua figa. Credo che sia diventato più umido quando ha sentito il mio respiro caldo. Poi ho tirato fuori delicatamente la lingua e le ho leccato la figa. Lei gemette e io l'ho preso come un invito a continuare, quindi ho continuato a leccarle e ho iniziato a far scivolare un dito nella sua figa - e poi un secondo dito non molto tempo dopo.

Anche lei ha iniziato a dondolare i fianchi: sembrava essersi dimenticata del plug anale. Mentre la scopavo con due dita e la lingua, con l'altra mano ho girato delicatamente il plug anale mentre iniziavo a tirare. Il suo buco del culo ha resistito un po', ma alla fine ha rilasciato il plug anale e lei ha avuto un orgasmo enorme.

Sarah si aggrappa al tavolo e inizia a camminare in punta di piedi mentre io la scopi con le dita e il suo buco del culo rilascia il plug anale. Dopo circa un secondo in punta di piedi, crollò sul tavolo schiacciando le sue enormi tette e aveva un sorriso stupido sul viso.

"È stato fantastico" mormorò tra sé e sé.

Abbiamo sentito uno rossore e Sarah si è subito coperta, mi ha strappato il dilatatore anale e lo ha gettato nella sua borsa.

«Dovresti sempre bussare, Sarah. Sai che la porta non può essere chiusa completamente” si lamenta Teagan. Sarah si scusa e dice che anche lei aveva un disperato bisogno di fare i suoi affari. E così andò in bagno, borsetta in mano.

---

Epilogo

Nel cuore della notte, un paio di giorni dopo, fui svegliato da alcune risatine sotto la doccia. Teagan dormiva profondamente tra le mie braccia e Sarah russava piano nel suo letto.

Così ho alzato lo sguardo e ho visto due figure sotto la doccia. Ci è voluto un po' perché i miei occhi si abituassero all'oscurità totale della stanza alle luci intense della doccia. Ma il mio cazzo era già in attesa di ciò che avrei potuto vedere molto presto.


Scopri di più nel prossimo capitolo!

Storie simili

Mai voltarsi indietro_(2)

Introduzione Ho sentito che qualcuno si è trasferito nella villa, disse il piccolo Jeremy con tono pratico. La sua voce adolescenziale era forte di sicurezza e il suo petto era alto mentre parlava. Bugiardo, ribatté subito Porter. Era impossibile, tutti sapevano che quella casa era infestata. I due avevano 7 anni all'epoca e la loro immaginazione elaborava costantemente storie. Molte delle loro storie erano incentrate sulla misteriosa dimora che si trovava in cima al terreno montuoso che circondava la loro città in Colorado. I due erano convinti che fosse infestato, quindi la prospettiva che qualcuno lo abitasse era incomprensibile. No, Jeremy...

1.1K I più visti

Likes 0

Il seme dell'orrore: capitolo 9

Capitolo nove Allora come l'hanno presa i tuoi genitori? Chiese Christi, parlando con Jason attraverso i loro telefoni cellulari. Era seduto in un parcheggio innevato a Portland, dopo aver appena compilato la sua quinta domanda di lavoro. Davanti a lui ora c'era un'applicazione McDonalds. Dannazione, i suoi genitori gli avevano sempre detto di studiare sodo e di entrare in un buon college in modo da non dover mai girare gli hamburger. Grazie mille, Stimmate Nere. “Non posso davvero dirlo, sono andato a letto appena sono tornato a casa e me ne sono andato prima che qualcun altro si alzasse. In realtà...

1.3K I più visti

Likes 0

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2 A cura del tecnico BDSM FFF/F D/s / Lieve / Esibizionismo / Schiavitù consensuale / F/F / Neve / Freddo / Umiliazione / Sesso elettrico = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = Quattro giovani studentesse del college in vacanza sugli sci devono trovare altre cose da fare quando un eccesso di neve fresca le intrappola nella loro cabina. Questa è la quarta di questa serie e descrive un'interessante giornata sugli sci su piste quasi...

1.9K I più visti

Likes 0

Una sorpresa estiva (parte 1)

Una sorpresa estiva, Parte 1 di Nicholas Chiglia Capitolo 1: Nick aveva diciannove anni ed era appena tornato dal suo primo anno al college, che se chiedevi a qualcuno coinvolto era al massimo poco brillante. L'estate dopo il diploma di scuola superiore, aveva avuto visioni di feste, ragazze, alcol, lavori. Ma la realtà era un po' meno eccitante di questa immaginazione pre-congelamento. Andava a un paio di feste, cercava di trovare un gruppo di ragazzi con cui uscire, ma finiva comunque per dormire da solo nel suo dormitorio ogni fine settimana. Il compagno di stanza di Nick non era così maledetto...

1.2K I più visti

Likes 0

Contemplando la mia bisessualità???

Non avevo mai pensato a me stesso come Gay o addirittura mi piaceva il pensiero di stare con un uomo. D'altra parte mi piaceva giocare con il mio culo e inserire cose da quando avevo circa 12 anni. Ricordo di aver usato la doccia di mia madre per farmi clisteri da quando ricordo. Crescendo, mi sono ritrovato a usare cetrioli e tutti i tipi di altri oggetti per soddisfare il mio desiderio di avere il sedere aperto. Un giorno di qualche anno fa, dopo aver riflettuto a lungo, decisi di provare qualcosa di nuovo. C'era un medico che lavorava nello stesso...

1.1K I più visti

Likes 0

LA VITA DEI RAGAZZI_(1)

INTRO: Ehi ragazzi, sono Rohan, 16 anni, sono alto esattamente 5 piedi e 10 pollici, ero un po 'magro in tenera età, ma lo faccio crescere andando in palestra. quindi puoi dire che ho una buona fisica, ho un tono della pelle di tipo abbronzato ma praticamente dalla parte giusta. tutto questo non ho fortuna con le ragazze! dato che aiuto mio padre in negozio, non ho tempo per tutte queste cose. come ogni ragazzo indiano adolescente anch'io ho i miei ormoni al top! come ero vergine! Vivo con mia madre, mio ​​padre e una sorella maggiore Roshni di 17 anni...

735 I più visti

Likes 0

Imbrogli sessuali della famiglia Biden: Ashley Biden

Ashley Biden è scesa dall'autobus con un sorriso. Era seduta accanto a Tom, per il quale aveva una grande cotta. Per tutto il tempo la sua gamba premeva contro la gamba nuda della gonna e la faceva sentire confusa nelle mutandine. Poteva sentire una macchia di umidità mentre scendeva dall'autobus. Mentre si allontanava, una folata di vento le infiammò la gonna e lei si affrettò ad abbassarla. Sperava che nessuno l'avesse visto, ma a casa sua, un papà vigile aveva appena alzato un sopracciglio. Ashley entrò in casa e fu accolta da suo padre. Ciao tesoro, disse e l'abbracciò. Ciao papà...

476 I più visti

Likes 0

L'animaletto del drago: Capitolo 3

Capitolo 3 Marian aspettava con impazienza mentre i draghi si nutrivano di un paio di pecore, anche se la sua pazienza si stava esaurendo. Era arrapata e affamata e non poteva soddisfare nessuno dei due impulsi senza scopare una delle bestie. Uno dei draghi stava per finire il suo pasto, ma Marian era stanco di aspettare. Strisciando sulle mani e sulle ginocchia, Marian interruppe coraggiosamente il sanguinoso banchetto della creatura e si arrampicò sulle sue ginocchia. Il drago stava per ringhiare e ruggire per la sua insolenza, ma divenne silenzioso quando Marian afferrò il suo cazzo, lo accarezzò fino alla piena...

2.4K I più visti

Likes 0

Raj e Sofia

Sono Raj ancora una volta qui Un giorno ho ricevuto una mail da qualcuno di nome Sophia. Nella posta, ha detto di aver esaminato i miei messaggi e che le è piaciuto molto. Mi ha anche chiesto se sarei interessato a chattare con lei. Inizialmente ero un po' sospettoso a causa della mia esperienza nelle chat room dove ci sono più uomini che si atteggiano a donne che donne reali. Tuttavia, ho risposto a quella mail e ho detto che sarò disponibile online durante le serate. Ho ricevuto una risposta alla mia risposta dopo un paio di giorni dicendomi che Sophia...

2.2K I più visti

Likes 0

Delizia del comandante

Nota: Ciao a tutti! Ancora una volta, come sempre, scrivo per soldi. Per favore mandami un messaggio se desideri la tua storia personale, privata e fantastica di smexiness. Se non hai niente di carino da dire sui commenti, non dirlo affatto :) Se ti è piaciuto il racconto, per favore aggiungimi come amico o... recensisci questo. Ho oltre 400 pagine di lavoro che sto scrivendo e note positive, feedback positivi, commenti positivi - mi fanno sorridere. Duke era diventato piuttosto sfacciato negli ultimi tempi Dopo il ripristino del G.I. Joes, gli altri Joe sono diventati sempre più preoccupati per il comportamento...

2.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.