La confusione di Halloween Parte 3_(1)

1.2KReport
La confusione di Halloween Parte 3_(1)

IL MIX DI HALLOWEEN PARTE 3

Mi sono seduto lì sul letto con il mio cazzo coperto da entrambi i nostri fluidi guardando mia madre che camminava verso il bagno zoppicando a causa del culo martellante con cui l'avevo appena benedetta. Sapevo in fondo che aveva bisogno di una bella scopata, ma non se l'aspettava dal suo amorevole figlio. Ho deciso che era ora di tornare a casa, ripulirmi e finire la serata. Immagino che fosse quello che faceva mia madre in bagno, o almeno cercava di aggiustarsi il costume abbastanza da sgattaiolare fuori senza che nessuno notasse il buco nel suo fondoschiena.

Dopo aver fatto una lunga doccia calda e avermi prosciugato le palle, ero esausto. È stata una notte da ricordare e, si spera, non punibile. Mi sono svegliato la mattina dopo con i pensieri della notte precedente, ma i miei pensieri sessuali si erano rapidamente trasformati in risultati spiacevoli. Avevo iniziato a chiedermi dove sarebbero andate le cose ora, mia madre è arrabbiata con me, saremo imbarazzanti l'uno con l'altro adesso; questi sono i pensieri e le preoccupazioni che hanno cominciato a crescere. Direi che ieri sera è stato un errore ma un errore non sarebbe stato così soddisfacente. Mi sono vestita e sono scesa silenziosamente in cucina come tutti i giorni per vedere mia madre già seduta a bere il suo caffè mattutino. Indossava una camicetta bianca e blue jeans attillati, mi guardò con bellissimi occhi azzurri "buongiorno" disse con un sorriso materno. "Buongiorno mamma". Mi versai un caffè e la raggiunsi al tavolo seduto di fronte a lei. Ho dovuto togliermi il peso dal petto per la scorsa notte. "Mamma per la festa" mi interruppe a metà frase. "Va bene, non lo sapevamo e non potevi controllare i tuoi desideri". Potevo sentire la mia faccia diventare un po' rossa, ma provai un po' di sollievo finché lei non ricominciò a parlare. "La scorsa notte ti ho visto sotto una luce diversa, eri quasi aggressivo ma ad essere onesti immagino sia colpa mia; non sapevo che avessi tali fantasie e desideri su di me tesoro". Mi dispiace mamma, non so cosa mi sia preso, immagino di essere stato preso dal momento e non ho resistito a vederti con quel costume. "L'hai tolto almeno dal tuo sistema?" Non lo so mamma, non credo. Ti ho sognato per anni e la scorsa notte probabilmente ha peggiorato le cose. Improvvisamente ho sentito una pressione tra il mio inguine, guardando in basso ho visto il piede di mia madre strofinarsi lentamente su e giù per la mia area inguinale rendendomi duro.

"Beh, chiaramente hai ancora energia dalla scorsa notte quindi ho una proposta per te" Non sapevo dove stesse andando ma con il suo piede sul mio inguine potevo dire che mi piaceva la direzione di questa conversazione. "Questo fine settimana sono fuori senza faccende o posti dove andare, quindi ho avuto l'idea di lasciarti soddisfare quanti più desideri possibile e di toglierti di mezzo tutti i tuoi impulsi; ma a lunedì torniamo alle nostre vite normali e mai più parliamo di nuovo di questo fine settimana, abbiamo un accordo?"

Come se avesse chiesto se avevamo un accordo, pensava davvero che avrei rinunciato all'offerta di rivivere la scorsa notte per due giorni interi. Aveva idea di cosa si stesse cacciando! "Quali sono le regole?" è tutto quello che sono riuscito a chiedere. "Niente video, questa è la mia unica regola; sono disposto a fare qualsiasi cosa e qualsiasi altra cosa tu possa inventare per quanto spiacevole possa essere" Poi accetto di averle detto con la più grande erezione del mondo. "Bene" disse sorridendo mentre sentivo l'altro suo piede posizionarsi sul mio inguine per unirsi all'altro nel giocare con il mio cazzo. Ero già completamente eretto e dolorante per le restrizioni sui pantaloni e non ero dell'umore giusto per perdere tempo a prendermi in giro così presto e in un lasso di tempo. Mi sono alzato rimuovendo i piedi di mia madre dal mio grembo e ho iniziato a slacciarmi i pantaloni mentre camminavo verso mia madre che potevo dire fosse eccitata anche se stava cercando di nasconderlo. Sorrise mentre mi tiravo giù i pantaloni e vedevo il precum che aveva causato "cosa vorresti che facessi tesoro" disse fissandomi negli occhi. Voglio che tu mi succhi il cazzo come se la tua vita dipendesse da questo. Scivolò giù dalla sedia e mentre mi guardava negli occhi aprì la bocca mettendo solo la punta del mio cazzo nella sua bocca calda ripulendo il piccolo precum che avevo trasudato "Come desideri tesoro" Mia madre fece scivolare completamente la mia asta nella sua bocca prendendo me nella sua gola senza esitazione al primo tentativo senza mai lasciare il contatto visivo.

Ha lavorato sul mio cazzo facendo roteare la lingua intorno alla mia asta facendo oscillare costantemente la testa, poi si è tirata indietro per ansimare per un respiro veloce, quindi è tornata subito. "Fammi vedere le tue tette mamma" non stavo più chiedendo, stavo chiedendo. Ha detto che posso fare quello che voglio e ho intenzione di trattarla come la troia puttana di una madre che è. Ha iniziato a sbottonarsi la camicetta facendola scivolare sullo stomaco con il mio pene ancora in bocca. All'improvviso mi si sono rivelati i suoi gloriosi seni bianco latte, dandomi tutta la motivazione di cui avevo bisogno per venire. Mentre dondolava la testa sul mio cazzo, le afferrai i capelli con entrambe le mani guidandola lentamente mentre fissavo le sue tette mentre rimbalzavano un po' ogni volta che mi prendeva nella sua bocca calda e bagnata. Non riuscivo più a trattenermi e mi sono chinato un po' per prendere il ritmo e ho scopato la bocca di mia madre rilasciando tutto il mio carico nella sua gola. Rimanendo nella sua bocca per alcuni secondi mi chinai e le baciai la sommità della testa, poi le afferrai il mento per mostrarmi il mio stesso carico nella sua bocca. Aprì la bocca fissandomi negli occhi mostrandomi un boccone di sperma. Poi senza nemmeno che glielo dicessi lei lo inghiottì solo gocciolando un po' sul petto che iniziò a strofinarsi sulle tette giocando con i capezzoli. Ne pizzicò uno e poi si alzò "vieni a prendermi quando sei pronto a fare qualcos'altro". Lei si è voltata; sta per andarsene ma si è dimenticata che sono giovane e ho un incredibile desiderio sessuale. Le afferrai il braccio voltandole le spalle per guardarmi facendola trasalire. Potevo vedere che era sorpresa e non sapeva perché l'avessi afferrata. L'ho sollevata sul tavolo della cucina spingendola sulla schiena. "oh mio dio già" disse mentre iniziavo a toglierle i pantaloni e le mutandine. "Che mamma posso vedere che sei già bagnata e non sto sprecando tempo prezioso per legare". Ho afferrato le gambe muscolose di mia madre e l'ho tirata verso di me posizionandomi tra le sue gambe con il mio cazzo completamente eretto.

"Sei bellissima in questa posizione mamma" era sdraiata sulla schiena con i seni ancora scoperti e le gambe tra le mie braccia figa a un centimetro dalla punta del mio cazzo. Stava per rispondere ma ho spinto tutta la mia lunghezza nella sua figa facendola inarcare un po' dal tavolo emettendo un piccolo rantolo seguito da un gemito felice. Le sorrisi, mentre entravo e uscivo da lei... mia madre. Ho sollevato la sua gamba sinistra sulla mia spalla e l'ho fatta scivolare più vicino a me ottenendo il massimo vantaggio da lei. Ho allungato la mano in avanti e ho afferrato uno dei suoi lussuosi seni con la mano mentre continuavo a pompare il mio cazzo nella sua figa. I suoi gemiti iniziarono ad aumentare mentre diventavo più aggressivo con le mie spinte facendo rimbalzare le sue tette ad ogni spinta. Era un sito fantastico da vedere tutto disteso sul tavolo della cucina dove di solito mangiamo. Mi stavo irrigidendo pronto a sborrare tirando fuori dalla fica di mia madre per venire sulle sue tette lei ha rapidamente spostato le gambe dietro la mia schiena chiudendomi dentro. Non avevo altra scelta che venire nella figa stretta di mia madre ma non come se stessi per combattere neanche. Mi sono spinto dentro di lei altre due volte rilasciando il mio seme nella mia dolce madre. Potevo sentire il calore del mio carico entrare in lei mentre gemeva in pura estasi, lentamente le sue gambe cedettero permettendomi di rimuovere la mia asta dalla figa di mia madre. Guardando come lo sperma in eccesso fuoriusciva da lei con la rimozione del mio cazzo. "Ti amo mamma" ho detto a cui lei ha risposto che mi amava. Si sedette e sorrise "hai finito per un po'" rise. "Per ora, ma vai a cambiarti, andiamo a fare shopping per le mie prossime fantasie che ho in mente, e indossa qualcosa di largo con facile accesso". Andai in camera mia per pulirmi e cambiarmi. Guardando l'orologio erano puntualmente le 9:30 del mattino. Sarebbe stata una buona giornata per avvicinarsi alla mamma, non ha idea di cosa si sia cacciata.

Storie simili

Gli ingredienti di una troia Capitolo 1

Era una calda giornata estiva, stavo camminando verso il centro commerciale dove si trovava la mia migliore amica Rosie. L'ho aspettato tutta la settimana. Non la vedo da qualche mese. Dopo qualche minuto di camminata sotto il sole cocente ho finalmente raggiunto il centro commerciale. Eccola lì, bella come sempre. Era lì in piedi con i suoi jeans preferiti, una maglietta nera e una giacca di pelle che la facevano sembrare una motociclista. I suoi capelli erano ricci e rosso brunastro. Ero innamorato di questa ragazza e volevo dirglielo ma non sapevo come. Mi vide e un sorriso si allargò sul...

2.2K I più visti

Likes 0

Motel rurale di Corsicana Texas

'Lo sento,' sussurrò, la sua voce rauca per il dolore che pulsava ovunque, ma da nessuna parte più che dove il suo cazzo premeva attraverso gli strati tra di loro. Tenne lo sguardo sulla sua bocca mentre l'eccitazione trasudava attraverso di lei. Ellen ha riferito la sua storia da Corsicana, quindi si è registrata al Best Western Executive Inn. Ellen ha aperto la porta della sua stanza, aprendo la porta, è sorpresa di vedermi ad aspettarla. Ellen sospirò, posò la valigia sul letto, mi alzai dalla sedia, afferrando la mano di Ellen nella mia presa. Bene, andiamo nell'altra stanza. Ne voglio...

2.1K I più visti

Likes 0

La festa dei laureati (parte 1)

Ero a casa del mio amico Garret per la festa di laurea di sua sorella Jordan. Lui ed io eravamo solo matricole all'epoca ed era la prima festa a cui andavo. Per quanto fossi eccitato, mi sono reso conto che non avrei scopato. Io, me stesso e io eravamo a un INCREDIBILE 5 piedi e 4 pollici. Ragazzo alto non ero io? Ovviamente sto scherzando, in realtà ero uno dei ragazzi più bassi della mia classe, a parte le ragazze. Pesavo solo 130 libbre, per lo più muscoli per fortuna, e potevo mettere in panchina solo 135 libbre. Non ero magra...

1.3K I più visti

Likes 0

LaMar e Leon (quello che è appena successo parte 2)

Dopo che Maestro mi ha lasciato incatenato lì, in quello che dovresti chiamare e ora ho capito che era una prigione, ho iniziato a farmi prendere dal panico. Non avevo voluto e avevo potuto evitare di affrontare il pensiero a ciò a cui mi aveva sottoposto il padrone, fottendomi il culo e non solo facendomi succhiare il suo enorme cazzo, ma ingoiando la sua sborra e poi ringraziandolo per avermi usato in quel modo. Ma ora che ero rimasto solo, ancora incatenato al pavimento, la realtà stava iniziando ad affondare. Come avrei fatto a uscirne e cosa era successo ai miei...

786 I più visti

Likes 0

Incesto --- [2]

Parte 2 [l'ultimo del tema bi per un po'] _____________________________ Il giudice Ciro T. Nikolai era seduto dietro un'enorme scrivania mentre Avan Volka e il suo giovane nipote Caci entravano nell'aula del giudice. Nikolai era un tipo burbero, con occhi duri e un viso rugoso e severo. Fece cenno ad Avan e al ragazzo di sedersi sul lato opposto della scrivania. Volka, iniziò, ho qui una borsa di studio per l'immigrazione e poiché il loro padre non può rispondere da solo, la tua firma sarà sufficiente. Il giudice sollevò il documento di quattro pagine e lo sfogliò fino all'ultima pagina. Qui...

2.6K I più visti

Likes 0

Mio padre si è seduto lì e ha guardato

Quando avevo 16 anni e quasi 17 mio padre si è risposato e con una moglie adorabile e molto formosa, tette molto più grandi di quelle che ha mamma e dice che è anche una delle sue tante qualità, è un'ottima cuoca e adora divertirsi di tutti i tipi . Beh, sono via per l'estate quando tutto questo accade, insegno informatica al liceo locale, sembra che abbia un talento naturale per questo per qualche strana ragione, vedo del codice nella mia testa o qualcosa del genere e io' Faccio sempre quattro o cinque cose contemporaneamente su di loro. Beh, comunque, quando...

2.4K I più visti

Likes 0

Le regole di detenzione

Il diciottenne Derek sedeva nel mezzo di un'aula semi-piena durante il giorno. Era stanco della sua insegnante puttana che assegnava venti pagine di compiti ogni notte. Si comportava sempre come se fosse su un cavallo alto. Diede un'occhiata ai suoi compagni di classe intorno a lui, la maggior parte dei quali stava lottando per completare i compiti prima che l'insegnante entrasse. Odiava che i compiti stessero diventando un problema con la sua capacità di giocare a calcio. Il suo allenatore gli ha detto che, a meno che non avesse alzato i voti, si sarebbe presto ritrovato in panchina fino a quando...

2.5K I più visti

Likes 0

La figlia del contadino - Parte 1 e 2

Nota dell'autore: questa non è una storia d'amore, per favore cerca altrove se è quello che stai cercando Parte 1 - Catturato All'inizio non potevo credere alle mie orecchie. Mentre andavo in giro ad occuparmi del bestiame e dei raccolti, ho sentito i lamenti sommessi di una femmina che veniva dalla stalla. Diverse biciclette giacevano a terra nelle vicinanze. Quando ho sbirciato dentro attraverso una fessura nella porta di legno della stalla, non potevo credere ai miei occhi. C'era la mia dolce piccola figlia di sedici anni, Elizabeth, nuda a quattro zampe per terra. Era circondata da una mezza dozzina di...

2.9K I più visti

Likes 0

Scatenare

Scatenare Holly svoltò sulla strada sterrata che portava al suo lago privato e tirò un sospiro di sollievo. Parcheggiando accanto alla grande quercia, dove faceva sempre, era a pochi metri dal lago. Appena sopra c'era la sua baracca. Avrebbe potuto costruire una villa qui se avesse voluto, ma la baracca che era qui quando ha acquisito la proprietà per la prima volta più di vent'anni fa. All'inizio era un luogo di divertimento e giochi con il suo primo amante. Adesso era il suo rifugio dal mondo aziendale ed era privato, lontano dalla strada principale. A meno che non si sapesse dov'era...

3.9K I più visti

Likes 0

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2 A cura del tecnico BDSM FFF/F D/s / Lieve / Esibizionismo / Schiavitù consensuale / F/F / Neve / Freddo / Umiliazione / Sesso elettrico = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = Quattro giovani studentesse del college in vacanza sugli sci devono trovare altre cose da fare quando un eccesso di neve fresca le intrappola nella loro cabina. Questa è la quarta di questa serie e descrive un'interessante giornata sugli sci su piste quasi...

2.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.