Vendetta. Capitolo 1. (Revisionato)

757Report
Vendetta. Capitolo 1. (Revisionato)

Carmen Fox era seduta nella sua camera da letto buia con il bagliore del portatile come unica fonte di luce. I suoi capelli lunghi fino ai fianchi, lisci e nerissimi erano sparsi intorno a lei e sapeva che i suoi occhi azzurri riflettevano la luce del portatile. Non era stata impegnata a fare niente da quando Ross l'aveva lasciata. Ora passava la maggior parte dei suoi giorni a fare questo. Navigare in Internet e visitare siti Web come Google, Facebook e altre cose varie. Attualmente era su Facebook.

Forse non farebbe male a niente visitare la sua pagina? Non sarebbe stato in grado di dire che stava visitando la sua pagina, e poteva essere solo questa volta. Decise di fare clic sul suo nome e di sfogliare casualmente la sua bacheca. Non l'ha mai cancellata come amica, quindi non era niente che lei non avesse visto-.

Che diavolo è questo? Lei ha pensato. I suoi occhi non la ingannavano. La sua pagina ha detto in una relazione con Sage Adkins. Non poteva farne a meno. Ha fatto clic sul suo nome ed è stata sollevata quando il suo profilo non era privato.

Da quello che poteva vedere, questa cagna Sage era una bionda dai capelli ricci con tette finte e una personalità vivace. Ross non aveva nemmeno rotto con lei due giorni prima; il che significa che o l'ha lasciata per questa puttana, o aveva una relazione e ha scelto la nuova ragazza. Dannazione, anche lei era più giovane. È un tale cliché. Carmen non era vecchia. Aveva solo poco più di trent'anni, ma Ross era più grande di lei e questa sua nuova sgualdrina ne aveva ventisei. Oh guarda. Anche il piccolo trend seguace era bisessuale.

Questo richiedeva vendetta.

La notte successiva, Carmen ha indossato una maglietta nera con scollo a V, così non sarebbe stata vista di notte, e pantaloncini di jeans scuri che le avrebbero permesso di muovere le gambe quando sarebbe andata a casa sua. Non c'era bisogno di abbandonare tutto il suo senso della moda, quindi ha indossato anche dei tacchi neri con punta aperta. Aveva pianificato di distruggere la sua Escalade nera che lui amava così tanto. Niente di cui possa lamentarsi con l'assicurazione, ma abbastanza per farlo incazzare tanto quanto ha fatto con lei.



Quando si fermò davanti alla casa del suo ex, le luci provenienti dall'interno le dissero che avrebbe dovuto stare zitta. Così afferrò la sua boccetta di smalto bianco e si avvicinò lentamente alla sua escalade nera. Ha scarabocchiato segni come dita medie e cazzi su tutti gli altri finestrini e su alcune porte, poi ha tenuto il meglio per ultimo mentre ha scritto "Jerk-mobile" a caratteri cubitali sul lunotto posteriore e poi è andata in giro a salire sul cofano così poteva scrivere "Mi piacciono le troie, non le donne" così grande da coprire l'intera finestra anteriore. Era troppo incazzata per essere creativa.

Sperò con grazia fuori dal cofano e guardò nella finestra per sicurezza e fece un doppio giro quando vide Ross sul divano bianco su cui aveva baciato con lei così tante volte. Era nella stessa posizione, ma questa volta non era lei a cavalcioni su di lui ea baciargli le labbra. Era Saggio.

Allora non poteva farne a meno. La curiosità la spinse alla finestra per poterli guardare meglio. Lei lo guardò per prima cosa con nostalgia. Poteva vedere solo la sua schiena, ma i suoi capelli castani erano morbidi e sensuali come sempre. Poteva dirlo solo guardandolo. Le sue braccia muscolose avvolsero il suo prendisole giallo. Non riusciva a distinguere lineamenti specifici, ma i suoi capelli biondi erano arricciati e le scendevano lungo le spalle. Sapeva da Facebook che aveva gli occhi azzurri e una specie di viso sexy.
Adesso era sicura che avesse una relazione. Nessuno è abbastanza zoccolo da scopare al primo appuntamento se cerca una relazione. Non alla sua età, comunque.

Quando Sage prese una pausa, alzò lo sguardo con noncuranza e Carmen si precipitò dietro il muro e scomparve. Tuttavia, quando le loro voci si fecero più forti e suoni attutiti provenivano dall'interno della casa, si rese conto di non essersi mossa abbastanza velocemente, quindi iniziò a correre verso la sua macchina per sicurezza.

I tacchi sono stati una pessima idea stasera. Sentì le braccia muscolose di Ross avvolgerle la vita e sollevarla in aria. Ha iniziato a prenderlo a calci ea combatterlo quando si è resa conto che la stava riportando in casa con la sua nuova troia che li seguiva.

Era lasciata cadere sul morbido divano bianco su cui si stavano baciando e lui la guardò negli occhi con quello sguardo intenso e marrone che aveva quando era arrabbiato e disse: "Fottuta stronza".

Lei incrociò le braccia e gli rivolse uno sguardo furbo.

"Cosa stavi pensando, facendo quello alla mia macchina?" chiese.

Lei non ha risposto. Lo fissò e gli fece indovinare. Doveva sapere che lei non sarebbe rimasta seduta a deprimersi mentre lui faceva sesso in continuazione.

"Davvero matura, Carmen," disse Ross mentre guardava fuori dal finestrino la sua preziosa macchina che probabilmente significava più per lui di entrambe le ragazze nella stanza messe insieme. "Sage non è una troia", ha affermato.

"Certo che lo sono."

Entrambi girarono la testa verso di lei sorpresi. Sage sorrise e camminò davanti a Carmen prima che lei la guardasse male e dicesse: "Sapevo che aveva una relazione. Sapevo che eri al lavoro mentre mi scopava. Sono una troia", Sage si sporse in avanti e mise un mano su ciascuna delle cosce nude di Carmen e aggiunse con voce improvvisamente roca: "E posso sporcarmi davvero".

L'ira pura pulsò attraverso Carmen e lei schiaffeggiò Sage in faccia con tutta la forza che poteva mettere nel colpo.

Ross si precipitò dietro il divano e trattenne le mani di Carmen, dando pieno accesso a Sage. "Cosa ti manca della nostra relazione, eh?" sentì da dietro: "Lavorare in orari diversi? Vivere in posti diversi? Fare lo stesso sesso una volta ogni fine settimana?"

"Penso che sia stato il sesso," intervenne Sage. Sage avanzò e infilò il pollice nei pantaloncini di Carmen e giocò con le sue labbra. Sage ridacchiò e disse: "È già bagnata, solo che mi sono inginocchiato davanti a lei. Vuoi essere soddisfatta, Carmen?"

Carmen ha preso a calci Sage nel petto ed ha esitato prima di dire: "Non dire il mio nome". Era già bagnata perché Ross l'aveva toccata, non Sage. Aveva un disperato bisogno di sesso.

Sage si strofinò il petto con un'espressione scontenta e disse: "Ow, mi hai preso a calci con i tacchi! E quello non era un no".

Carmen socchiuse gli occhi e disse: "Scusa, non vorrei far scoppiare uno dei tuoi impianti. E io non sono lesbica".

"Signore, signore," disse Ross lentamente e con calma, "Forse possiamo trovare una soluzione qui." Sembrava davvero sospettoso quando lo disse. Quindi, quando Sage sorrise, Carmen si divincolò dalle braccia di Ross e dichiarò: "Ho risolto tutto quello che volevo". Stava andando fuori controllo e lei non voleva più esserne coinvolta. "Ti ho fottuto la macchina e ora me ne vado."

Naturalmente, perché avesse mai pensato che sarebbe stato così facile era un mistero. Ross l'afferrò prima ancora che potesse alzarsi dal divano e la tenne giù sul morbido divano bianco in modo che fosse sdraiata. "Parlando della mia macchina," disse Ross con un sorriso malizioso, "penso che tu me lo debba."

Carmen alzò gli occhi al cielo e ribatté: "È solo smalto per unghie, si lava via; non devo pagarti niente".

"Guarda questa casa," disse Sage, riportandosi nella conversazione, "Il tipo di macchina che hai distrutto," Carmen pensava di essere un'idiota, affermando cose ovvie, ma mentre Sage si toglieva lentamente i tacchi neri di Carmen e la fissava negli occhi, sussurrando: "Non vuole soldi", ha visto dove stava andando.

Ross era sopra di lei e poteva vedere un rigonfiamento nei suoi jeans scuri. Sage era inginocchiata tra le sue gambe. Sì, sapeva esattamente cosa avevano in mente. E lei non voleva niente di tutto ciò. Potrebbe essere eccitata per non aver fatto sesso negli ultimi giorni, ma non aveva intenzione di rilasciare con il suo ex e il suo sostituto.

Carmen l'ha perso e ora stava lottando per la libertà mentre urlava: "No! Non sto scopando nessuno di voi".
Ross fece un debole sorriso mentre afferrava l'orlo della sua maglietta nera con il collo a V e cominciava a toglierglielo di dosso. Sage ha slacciato contemporaneamente il bottone e la cerniera dei suoi pantaloncini, ma ha pensato che Ross fosse una minaccia maggiore, quindi ha chiuso le gambe per ostacolare Sage, ma ha schiaffeggiato e combattuto contro Ross il più possibile. Inutilmente.
Ben presto, la sua pelle chiara si stagliò contro il divano bianco e il suo reggiseno rosso che copriva i suoi seni naturali con coppa a D e il suo perizoma abbinato divennero l'attrazione principale.

Cominciò a farsi prendere dal panico, ma Ross la trattenne di nuovo mentre Sage si toglieva il prendisole e si toglieva i tacchi gialli con il cinturino. Si slacciò rapidamente la fibbia del suo reggiseno di pizzo senza spalline che sosteneva le sue coppe a D e la troia non dovette nemmeno preoccuparsi della biancheria intima, perché non ne indossava.

Non era saggia combattere contro Ross, perché ora si era indebolita e Sage la teneva ferma abbastanza facilmente mentre Ross si spogliava. Anche la puttana sapeva cosa stava facendo. Teneva entrambi i polsi di Carmen in una mano, mentre con l'altra le afferrava la parte posteriore dei capelli. Doveva reggersi sui gomiti, così i suoi seni nudi erano premuti contro quelli di Carmen. Ha usato questo per schernire Carmen. Dato che era bisessuale, ha strofinato i loro seni insieme e ha emesso piccoli gemiti mentre fissava Carmen nei suoi occhi azzurri. Concedendo a Ross tutto il tempo di cui aveva bisogno per togliersi i vestiti.

Però aveva già visto Ross nudo. Conosceva la sua prominente confezione da sei e i pettorali intonati. Sapeva che i suoi capelli scuri erano su tutto il corpo, ma non ce n'erano abbastanza per farlo sembrare peloso, ha sicuramente riconosciuto i suoi 7 pollici di cazzo quando l'ha visto.

Ora che erano entrambe nude, Sage si abbassò e si tolse il perizoma rosso dal corpo mentre non aveva altra scelta che restare sdraiata mentre Ross le si avvicinava e le slacciava il reggiseno. Ora che le sue tette voluttuose e la sua figa ben rasata erano visibili al mondo, cosa avrebbe fatto, anche se avesse avuto la possibilità di scappare? Non può andare in nessun posto pubblico, il che annulla tutti i posti in cui l'avrebbe portata la sua macchina.

Ross ha afferrato i capelli di Carmen e le ha messo il cazzo davanti alla faccia. Si è rifiutata di succhiarlo a malincuore. Increspò le labbra e girò la testa, nonostante il dolore che le causava i capelli. Tuttavia, quando la lingua di Sage fece schioccare il suo clitoride inaspettatamente, lei emise un sussulto e Ross ne approfittò per infilarle tutti i sette pollici nella sua bocca.

Non le è mai piaciuto, ma è sempre stata brava a gole profonde. Poi di nuovo, mentre non le piaceva quello che stava facendo Ross, non poteva fare a meno di amare che Sage se la mangiasse. Non era minimamente omosessuale, ma era incredibile. Proprio come se fosse stato un uomo a divorarla. Quello era il metodo che decise di usare per affrontare ciò che le stava accadendo; perché era attualmente stuprata.
Fortunatamente, mentre le palle di Ross le premevano contro il mento a ogni spinta verso l'interno, poteva sentirle serrate. Stava per venire. Tutto questo sarebbe finito presto.

All'improvviso, Ross si staccò dalla sua bocca e Sage se ne accorse e smise di leccare. "Spostati qui, C." ordinò Ross.

Per curiosità, obbedì. Ross la tirò su e la mise in ginocchio davanti al divano. Sage si sedette di fronte a Carmen e allargò le gambe, facendo sapere cosa sarebbe successo dopo.

Ross le afferrò la nuca con una mano e la spinse in avanti. Lei davvero non voleva questo. Non le importava quanto fosse arrapata, questo non le avrebbe procurato la liberazione di cui aveva bisogno. Non importava, però. Ross continuò a spingere finché le sue labbra non furono contro la vagina nuda di Sage. Si arrese, pensando che sarebbe finita prima.

All'improvviso Ross le tirò i fianchi in modo che fosse ancora costretta a mangiare fuori Sage, ma il suo sedere era in aria e sapeva dove Ross stava andando con questo. La punta del suo pene che toccava le sue labbra confermò solo la sua convinzione.

Carmen ha smesso di leccare quando Ross ha spinto dentro di lei e ha iniziato a spingere perché un forte gemito le è sfuggito dalle labbra. Ross aveva ragione sull'avere lo stesso sesso. Era sempre a suo agio solo con il missionario, ma questa posizione non sembrava essere poi così male. Salva la vagina nella sua bocca, ovviamente.
Ross pompò così finché non fu in grado di dire che tutti e tre erano vicini all'orgasmo. La salvia è arrivata per prima e Carmen ha fatto una smorfia al succo di fica mentre si posava sul suo mento. Ha usato la mano che prima la teneva alzata per pulirla.

Poi Ross si è tirato fuori inaspettatamente e lei ha guardato indietro per vedere cosa c'era che non andava. C'era qualcosa di molto sbagliato. Si è tirato fuori solo per poter allineare il suo cazzo con il suo culo.

"Ross, fermati!" lei pianse. Leccava la figa di Sage tutta la notte per evitarlo. Non ha ascoltato però. Ha semplicemente spinto contro il suo culo come se fosse flessibile come la sua vag, cosa che stava dimostrando di non essere. Non aveva mai fatto sesso anale con nessuno in vita sua. Finora.

Ross ha spinto dentro e lei ha sentito uno schiocco quando è entrato ufficialmente in lei. Urlò per il dolore pungente mentre le lacrime le sgorgavano dagli occhi. "Ross, per favore smettila. Ow," stava piagnucolando e supplicando ora invece di pretendere.

Apparentemente la sua agonia è stata sufficiente per far sentire il suo culo arrapato perché si è tirato fuori da lei e le ha strofinato delicatamente il culo come se cercasse di alleviare il dolore.

"Tienila, ti dispiace, piccola?" disse Ross prima di correre di sopra nudo. Sage non ha esitato a dominarla tenendole la testa contro la vagina. Ora che Ross non poteva proteggerla, Carmen ha deciso di combattere. Nuda o no, stava uscendo da lì.

Carmen morse il clitoride di Sage, facendola urlare e rilasciando la presa. Sapeva che l'urlo di Sage avrebbe chiamato Ross a scendere più velocemente, quindi corse alla porta così in fretta che le gambe le bruciarono.

Ross apparve in fondo alle scale proprio di fronte a Carmen e lei andò a sbattere contro il suo corpo nudo e muscoloso. Dopodiché, ha notato la bottiglia di lubrificante nella sua mano.

Storie simili

Insegnanti Pet_(0)

Sono uno studente di liceo di quindici anni e immagino di essere piuttosto mediocre in molti modi. I miei voti sono nella media e la mia vita sociale è a posto, ma con lo sport e il tempo trascorso con la rock band in cui mi trovo, non ho molto tempo libero. Al liceo tutti hanno una Home Room dove inizi ogni giornata di scuola. Ogni anno ne ricevi uno nuovo e quest'anno sono stato messo nella stanza della signorina Porter. È una trentenne insegnante di inglese con i capelli biondi e un bel fisico ma quello che ho notato di...

2.5K I più visti

Likes 0

Incesto --- [2]

Parte 2 [l'ultimo del tema bi per un po'] _____________________________ Il giudice Ciro T. Nikolai era seduto dietro un'enorme scrivania mentre Avan Volka e il suo giovane nipote Caci entravano nell'aula del giudice. Nikolai era un tipo burbero, con occhi duri e un viso rugoso e severo. Fece cenno ad Avan e al ragazzo di sedersi sul lato opposto della scrivania. Volka, iniziò, ho qui una borsa di studio per l'immigrazione e poiché il loro padre non può rispondere da solo, la tua firma sarà sufficiente. Il giudice sollevò il documento di quattro pagine e lo sfogliò fino all'ultima pagina. Qui...

2.5K I più visti

Likes 0

Dipendenza dolorosa.

Ciao sono Adam 21 anni. Farà parte di una serie, MA ogni storia può essere una storia a sé stante. Tutte le storie che sto per fare sono completamente vere. -Qualsiasi feedback è il benvenuto. **Toronto, Ontario** All'epoca ero giovane. Così finalmente ho avuto il coraggio di inviare un messaggio al ragazzo che ho incontrato online attraverso un sito di chat gay di nome Steve per un altro incontro. Perché il primo incontro è stato a dir poco illuminante. Pensavo che dal momento che aveva preso la mia verginità anale la prima volta, la seconda sarebbe andata altrettanto male. Quindi ho...

2.4K I più visti

Likes 0

Il mio piccolo sporco segreto (12)

Ehi ragazzi, questo è il capitolo finale. Spero sia stato un buon giro. C'è un epilogo in cui spiegherò tutto dopo che il trio sarà finito. La festa di Capodanno è stata un'esplosione... del mio sperma e dello sperma di altri due ragazzi. Uno di loro, come sai, era Mike. L'altro era... aspetta e vedrai. Diventerà ovvio abbastanza presto. Così sono entrata alla festa indossando un cardigan e pantaloncini corti. Ovviamente, mentre mi vestivo, avevo in mente l'idea del sesso. Era a casa di un anno 13 e avevo deciso di venire presto prima che tutte le buone camere da letto...

2.3K I più visti

Likes 0

Le regole di detenzione

Il diciottenne Derek sedeva nel mezzo di un'aula semi-piena durante il giorno. Era stanco della sua insegnante puttana che assegnava venti pagine di compiti ogni notte. Si comportava sempre come se fosse su un cavallo alto. Diede un'occhiata ai suoi compagni di classe intorno a lui, la maggior parte dei quali stava lottando per completare i compiti prima che l'insegnante entrasse. Odiava che i compiti stessero diventando un problema con la sua capacità di giocare a calcio. Il suo allenatore gli ha detto che, a meno che non avesse alzato i voti, si sarebbe presto ritrovato in panchina fino a quando...

2.3K I più visti

Likes 0

Un trio estivo in primavera.

Questa parte della mia storia parla di una giovane commessa di un negozio di nome Summer. È una giovane donna che Jenn ed io abbiamo incontrato nel Bikini Hut in cui lavora. Ha beccato Jenn a farmi un BJ in uno spogliatoio del negozio. Per coloro che non hanno letto Puoi aiutarmi, Puoi portarmi a fare shopping o Il viaggio, Jenn è una mia vicina di casa con cui ho una relazione solo sessuale. Un po' di estate. Lei è una bruna di 23 anni dai capelli corti, alta e magra. È alta circa 5 piedi e 10 pollici e pesa...

2.9K I più visti

Likes 0

La figlia del contadino - Parte 1 e 2

Nota dell'autore: questa non è una storia d'amore, per favore cerca altrove se è quello che stai cercando Parte 1 - Catturato All'inizio non potevo credere alle mie orecchie. Mentre andavo in giro ad occuparmi del bestiame e dei raccolti, ho sentito i lamenti sommessi di una femmina che veniva dalla stalla. Diverse biciclette giacevano a terra nelle vicinanze. Quando ho sbirciato dentro attraverso una fessura nella porta di legno della stalla, non potevo credere ai miei occhi. C'era la mia dolce piccola figlia di sedici anni, Elizabeth, nuda a quattro zampe per terra. Era circondata da una mezza dozzina di...

2.7K I più visti

Likes 0

Vita di una schiava

Mi chiamo Kitana Young. Mio padre è americano, mia madre libanese, e questa è la mia storia. Beh, non l'intera storia, intendiamoci... Solo una sfaccettatura della storia nascosta che la maggior parte delle persone non conoscerà mai. È la storia di una ragazza che trova un significato nell'essere posseduta. È la storia di una ragazza che trova conforto nei desideri del suo Maestro, dominante sulla sottomessa, e vive per il brivido di essere punita. Nessuno, nemmeno i miei amici più cari, sa della vita segreta che conduco. A volte vorrei dirglielo, ma come posso? Come fai a dire a qualcuno che...

2.2K I più visti

Likes 0

Scatenare

Scatenare Holly svoltò sulla strada sterrata che portava al suo lago privato e tirò un sospiro di sollievo. Parcheggiando accanto alla grande quercia, dove faceva sempre, era a pochi metri dal lago. Appena sopra c'era la sua baracca. Avrebbe potuto costruire una villa qui se avesse voluto, ma la baracca che era qui quando ha acquisito la proprietà per la prima volta più di vent'anni fa. All'inizio era un luogo di divertimento e giochi con il suo primo amante. Adesso era il suo rifugio dal mondo aziendale ed era privato, lontano dalla strada principale. A meno che non si sapesse dov'era...

3.7K I più visti

Likes 0

Gli ingredienti di una troia Capitolo 1

Era una calda giornata estiva, stavo camminando verso il centro commerciale dove si trovava la mia migliore amica Rosie. L'ho aspettato tutta la settimana. Non la vedo da qualche mese. Dopo qualche minuto di camminata sotto il sole cocente ho finalmente raggiunto il centro commerciale. Eccola lì, bella come sempre. Era lì in piedi con i suoi jeans preferiti, una maglietta nera e una giacca di pelle che la facevano sembrare una motociclista. I suoi capelli erano ricci e rosso brunastro. Ero innamorato di questa ragazza e volevo dirglielo ma non sapevo come. Mi vide e un sorriso si allargò sul...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.