RACCONTAMI UNA STORIA - PARTE 1

2.5KReport
RACCONTAMI UNA STORIA - PARTE 1

Erica Fry ha riflettuto a lungo prima di decidere di entrare. Aspettò nervosamente che l'addetto alla reception finisse con una signora di mezza età che fu poi accompagnata in quello che doveva essere il retro degli uffici. "Posso aiutarti?" chiese la giovane donna dai capelli rossi. "Uh, lo spero," mormorò Erica, "ho letto il tuo annuncio e mi chiedevo se forse potevo…………" "Se potessi raccontarci la tua storia?" intervenne la testa rossa. "Sì", sospirò Erica con gratitudine, "è esattamente così." "Capisci la natura delle storie che stiamo cercando?" chiese l'addetto alla reception. "Ehm, credo di sì", rispose Erica quasi in un sussurro. "Beh, giusto per essere sicuro, leggi questo", rispose la testa rossa mentre porgeva diversi fogli di pagine dattiloscritte alla donna ovviamente agitata. "Questi sono esempi di ciò di cui abbiamo bisogno". Le guance di Erica si arrossarono mentre leggeva il racconto di una signora che avrebbe incontrato il suo amante per lavoro e lo avrebbe scopato nella sua macchina con il traffico che letteralmente fischiava intorno a loro! I dettagli erano completi e grafici, lasciando poco o nessuno spazio all'immaginazione! "Beh, vuoi ancora andare avanti?" chiese la testa rossa. Erica ha finito di leggere la storia e dopo aver preso un respiro profondo ha risposto: "Sì, voglio continuare!" Due minuti dopo Erica si ritrovò in un piccolo cubicolo accompagnata da una bionda sulla trentina che si presentò come Valerie. Con la porta chiusa alle loro spalle, Valerie si offrì: "Okay, d'ora in poi nessuno tranne te e io possiamo sentire quello che hai da dire". "Il cubicolo è abbastanza insonorizzato." "A proposito, quanti anni hai?" ha chiesto Vale. "Uh, quarantuno", fu la risposta. "Perché, è troppo vecchio?" "Certo che no", ha risposto rapidamente Valerie, "è solo per i nostri archivi, ma nessuno saprà il tuo nome o qualsiasi altra cosa su di te." "Cominciamo?" "Sono pronto come non sarò mai!" Erica ha risposto. "Bene, allora togliti tutti i vestiti mentre preparo tutto il resto!" Vale ha ordinato. "S-vuoi dire che devo togliermi i vestiti?" chiese Erica con cautela. "Certo che lo sai", rispose Val allungando alcuni fili, "ora facciamolo." "Ma perché……?" chiese debolmente Erica. "Perché", rispose Val con voce leggermente irritata, "troviamo che i nostri soggetti possono ricordare molto meglio nel nudo, quindi se non ti dispiace..." Con la schiena voltata Erica si spogliò lentamente fino al reggiseno e mutandine, ma è stato rapidamente detto di rimuovere tutto! "Hmmmmm, hai un bel corpo", ha offerto Val mentre guardava bene Erica. "Spero che tu abbia qualcosa di interessante da dirci!" Erica incrociò automaticamente le braccia sul petto pesante in una dimostrazione di modestia, ma quando vide il "dispositivo" la sua mascella si aprì e le sue braccia caddero lungo i fianchi! Alla fine con voce rotta balbettò: "S-ti aspetti che mi sieda su quello?!?" Valerie la guardò dritta negli occhi e rispose in modo uniforme: "Non solo me lo aspetto, lo esigo!" "Ti aiuterà a rimanere concentrato sul compito da svolgere!"

Erica fissò l'aggeggio dall'aspetto brutale e rabbrividì mentre si immaginava nella sua presa. "Pronto?" Val chiese dolcemente. "S-stai scherzando!" Erica ha risposto. "Mi farà a pezzi, non mi ci siederò mai sopra!!!" Quello su cui Erica era così irremovibile era la sedia. Ovviamente non era una sedia normale, ma una che aveva un grosso e spesso dildo di gomma che sporgeva dal sedile! "Non fare il bambino!" ha detto Vale. “Guarda qui, ho dell'olio che lo farà scivolare dentro come il burro sul pane tostato caldo!” Erica stava per rispondere quando dal nulla la mano di Valerie scivolò tra le sue gambe e le massaggiò delicatamente la fessura con una manciata di olio caldo e calmante. Involontariamente Erica si appoggiò al muro e gemette dolcemente mentre le dita insistenti si facevano strada all'interno del suo peloso peloso biondo. "Vedere?" Vale offerto. "Nessun problema, ora lascia che ti aiuti a montarlo!" Con le sue gambe che si trasformano rapidamente in poltiglia, Erica ha permesso a Valerie di girarla e di abbassare lentamente la sua figa ora spalancata sull'uccello di gomma incredibilmente spesso! "Oh Dio è così grande!" sussultò mentre scivolava senza esitazione nel suo canale del cazzo ora affamato! Una volta che è stata completamente impalata dal gigantesco cazzo finto, Valerie ha iniziato ad attaccare degli elettrodi ai suoi capezzoli rosa e duri! Una volta che ebbe tutto a posto, diede alla donna stordita un lungo bacio sulla bocca e sussurrò: "Tra un secondo accenderò la macchina, poi quando sarai pronta inizia a parlare!" "S-vuoi dire la mia storia?!?" chiese Erica debolmente. "Esatto", Val rispose, "Sto per avviare il registratore a nastro in questo momento, quindi ecco qui, e buona fortuna!"

Valerie si avvicinò a un pannello di pulsanti e interruttori che erano montati sulla parete e ne accese molti di essi. Immediatamente l'enorme dildo sepolto in profondità nella sua figa impotente iniziò a vibrare ad una velocità implacabile mentre gli elettrodi sul suo petto si univano inviando piccole onde d'urto nei suoi capezzoli ipersensibili. Per un lungo momento Erica non fu in grado di fare altro che gemere mentre un dolce ma potente orgasmo la investì come un'onda nell'oceano! Alla fine ansimò, "M-mio dio, sono appena venuta più e più volte, ed è stato meraviglioso!!!" "Okay", disse Valerie dolcemente, "hai avuto un bel climax, quindi mettiamoci al lavoro con la tua storia." "M-la mia storia", ansimò Erica, "solo un minuto, fammi riprendere fiato." Mentre Valerie si sedeva accanto al pannello di controllo Erica cercava di raccogliere i suoi pensieri. Una volta che si è abituata al mormorio nella sua figa, si è rilassata un po' e ha deciso di seguire il flusso! "Io-sono pronta ora", ha detto esitante, "quindi qui non va niente." "E a proposito, questa è una storia vera, è successo davvero a me!"

Per un breve momento fu ipnotizzata dal lento girare delle bobine del registratore, ma solo per un momento. "È successo circa due anni fa", ha esordito. "Ero in centro nel Loop per fare una telefonata di vendita su un cliente stimato." Era l'ora di punta e ho deciso di prendere la metropolitana invece di chiamare un taxi”. L'auto era piena di pendolari, stipati come sardine». "Ho spremuto il meglio che potevo solo per ritrovarmi schiacciato contro un uomo di colore alto e bello di circa quarantacinque o cinquant'anni." "Il mio sedere è stato schiacciato contro il suo inguine, e all'improvviso mi sono reso conto che aveva un'erezione super dura che mi spingeva forte nel culo!" “Sono rimasto un po' sorpreso, ma dato che ero in un vagone affollato della metropolitana con un centinaio di altre persone non pensavo che potesse succedere qualcosa di pericoloso, quindi come un idiota ho premuto più forte il mio sedere contro di lui, come per dargli un pigolio brivido!" "Era come un piccolo gioco privato solo lui ed io stavamo giocando senza che nessuno fosse il più saggio!" "Beh, per fortuna, c'è stato un duro urto e la nostra macchina si è fermata di colpo con tutte le luci spente!"

"Tutti erano calmi, ma con mio grande dispiacere e shock, ho sentito il retro del mio vestito tirato su sopra la mia vita!" "Ho provato a tirarlo giù, ma una voce burbera nel mio orecchio mi ha sussurrato di stare fermo e di non emettere alcun suono!" "Ero letteralmente congelato dalla paura!" "Poi, incredibilmente, una delle mani ha afferrato il mio cavallo coperto di collant e con una rapida e forte trazione lo ha strappato, lasciando la mia vagina ormai gocciolante aperta e disponibile per un assalto da dietro!" "Ha fatto scorrere un dito dentro e fuori da me, e quando ha capito che ero pronto mi ha piegato quel tanto che basta da permettergli di entrare nella mia figa con il suo enorme cazzo duro!" "Ho coperto la mia bocca con un braccio, sperando di attutire i miei gemiti, ma era quasi senza speranza quando ha iniziato lentamente ma inesorabilmente a guidare la sua erezione dentro e fuori da me con efficienza come un pistone!" "Poi, proprio quando stavo per venire, le luci si sono accese e l'auto ha barcollato in avanti!" "Ciò che era ancora più sorprendente era che con il mio vestito drappeggiato sul suo inguine, era quasi impossibile persino dire cosa stavamo facendo!" Ad ogni fermata alcuni passeggeri sono scesi dall'auto, finché alla fine solo noi due siamo rimasti in piedi nell'angolo!” "Ora senza nessuno intorno a vederci, mi ha appoggiato al muro e mi ha scopato come un animale selvaggio in calore!" "Lo stavo letteralmente supplicando di scoparmi più forte, finché alla fine non l'ho sentito irrigidirsi mentre un torrente di sperma caldo è esploso nel profondo della mia figa impotente!" "La mia fica si è contorta intorno all'enorme uccello mentre un'ondata di piacere è scesa a cascata dal profondo di me!" "Il suo cazzo poi è scivolato dalla mia fica e mi sono precipitato in ginocchio e l'ho pulito con la lingua!" "L'auto si è fermata e le porte hanno cominciato ad aprirsi, ma mi sono alzato in piedi appena in tempo per sfuggire alla scoperta di un altro passeggero a bordo!" "Siamo rimasti entrambi lì in silenzio, senza nemmeno guardarci negli occhi prima che scendessi alla mia fermata!" "Prima che me ne rendessi conto mi trovavo nell'ufficio del mio cliente chiedendomi se quello che era successo fosse reale o solo una fantasia, ma la mia vagina nuda mi ricordava costantemente che era davvero molto reale!!!"

"Ecco," disse Erica debolmente mentre la sua figa iniziava a ribollire un'ultima volta. "J-Gesù, è stato incredibile!" Val borbottò mentre spegneva la macchina. “Semplicemente incredibile!!!” “Allora dimmi, ne hai ancora!?!


LA FINE

Storie simili

Incesto --- [2]

Parte 2 [l'ultimo del tema bi per un po'] _____________________________ Il giudice Ciro T. Nikolai era seduto dietro un'enorme scrivania mentre Avan Volka e il suo giovane nipote Caci entravano nell'aula del giudice. Nikolai era un tipo burbero, con occhi duri e un viso rugoso e severo. Fece cenno ad Avan e al ragazzo di sedersi sul lato opposto della scrivania. Volka, iniziò, ho qui una borsa di studio per l'immigrazione e poiché il loro padre non può rispondere da solo, la tua firma sarà sufficiente. Il giudice sollevò il documento di quattro pagine e lo sfogliò fino all'ultima pagina. Qui...

2.5K I più visti

Likes 0

Dipendenza dolorosa.

Ciao sono Adam 21 anni. Farà parte di una serie, MA ogni storia può essere una storia a sé stante. Tutte le storie che sto per fare sono completamente vere. -Qualsiasi feedback è il benvenuto. **Toronto, Ontario** All'epoca ero giovane. Così finalmente ho avuto il coraggio di inviare un messaggio al ragazzo che ho incontrato online attraverso un sito di chat gay di nome Steve per un altro incontro. Perché il primo incontro è stato a dir poco illuminante. Pensavo che dal momento che aveva preso la mia verginità anale la prima volta, la seconda sarebbe andata altrettanto male. Quindi ho...

2.4K I più visti

Likes 0

Il mio piccolo sporco segreto (12)

Ehi ragazzi, questo è il capitolo finale. Spero sia stato un buon giro. C'è un epilogo in cui spiegherò tutto dopo che il trio sarà finito. La festa di Capodanno è stata un'esplosione... del mio sperma e dello sperma di altri due ragazzi. Uno di loro, come sai, era Mike. L'altro era... aspetta e vedrai. Diventerà ovvio abbastanza presto. Così sono entrata alla festa indossando un cardigan e pantaloncini corti. Ovviamente, mentre mi vestivo, avevo in mente l'idea del sesso. Era a casa di un anno 13 e avevo deciso di venire presto prima che tutte le buone camere da letto...

2.3K I più visti

Likes 0

Vita di una schiava

Mi chiamo Kitana Young. Mio padre è americano, mia madre libanese, e questa è la mia storia. Beh, non l'intera storia, intendiamoci... Solo una sfaccettatura della storia nascosta che la maggior parte delle persone non conoscerà mai. È la storia di una ragazza che trova un significato nell'essere posseduta. È la storia di una ragazza che trova conforto nei desideri del suo Maestro, dominante sulla sottomessa, e vive per il brivido di essere punita. Nessuno, nemmeno i miei amici più cari, sa della vita segreta che conduco. A volte vorrei dirglielo, ma come posso? Come fai a dire a qualcuno che...

2.2K I più visti

Likes 0

Scatenare

Scatenare Holly svoltò sulla strada sterrata che portava al suo lago privato e tirò un sospiro di sollievo. Parcheggiando accanto alla grande quercia, dove faceva sempre, era a pochi metri dal lago. Appena sopra c'era la sua baracca. Avrebbe potuto costruire una villa qui se avesse voluto, ma la baracca che era qui quando ha acquisito la proprietà per la prima volta più di vent'anni fa. All'inizio era un luogo di divertimento e giochi con il suo primo amante. Adesso era il suo rifugio dal mondo aziendale ed era privato, lontano dalla strada principale. A meno che non si sapesse dov'era...

3.7K I più visti

Likes 0

La sua ragazza, mia cugina

Immagino che tutto sia iniziato un sabato pomeriggio. Il reggiseno di mia madre era in cima alla pila del bucato. Ha attirato la mia attenzione e ne sono rimasto subito affascinato. Ho rubato il reggiseno e sono corsa in camera mia a provarlo. Ricordo la fretta che mi diede. Mi è piaciuto e ho deciso di continuare. Ho fatto tutto il possibile per mettere le mani su più vestiti. Ho rubato reggiseni, mutandine, collant, slip e vestiti a mia madre. Costumi da bagno e reggiseni di mia cugina e di mia nonna. Non potevo averne abbastanza. Mi sforzavo di sembrare e...

1.9K I più visti

Likes 0

Porre l'altra guancia

Sono una persona profondamente religiosa. Credo nel fare il bene e nel resistere alla tentazione del male. Credo che i cristiani dovrebbero praticare l'umiltà e, quando subiscono un torto, porgere l'altra guancia. Con l'aiuto di mia moglie, Eve, lavoro sodo per essere una buona cristiana. Pensavo di salvare Eve e di portare la sua trasformazione. Sotto ogni punto di vista, Eva era una peccatrice. L'ho incontrata in un momento di debolezza. Un giorno, sono stato attirato in un club per gentiluomini contro il mio miglior giudizio e la mia conoscenza del bene e del male. Ero vergine in ogni senso della...

1.7K I più visti

Likes 0

L'inizio e 40 anni di ritardo il cambiamento

Jay e io giochiamo insieme da quando avevamo circa 15 anni. È iniziato una notte quando lui dormiva a casa mia e volevamo guardare la TV dopo che i miei genitori erano andati a letto. Ecco il breve background prima di entrare in quello che è successo lo scorso fine settimana. Quella notte, dopo aver spento la TV, abbiamo aperto il divano letto e ci siamo sdraiati per la notte. Poco dopo che eravamo sotto le coperte, ho sentito la sua mano scivolare sul mio fianco e toccare delicatamente il mio cazzo. A quel punto, come ogni ragazzo di 15 anni...

1.8K I più visti

Likes 0

Una sorpresa estiva (parte 1)

Una sorpresa estiva, Parte 1 di Nicholas Chiglia Capitolo 1: Nick aveva diciannove anni ed era appena tornato dal suo primo anno al college, che se chiedevi a qualcuno coinvolto era al massimo poco brillante. L'estate dopo il diploma di scuola superiore, aveva avuto visioni di feste, ragazze, alcol, lavori. Ma la realtà era un po' meno eccitante di questa immaginazione pre-congelamento. Andava a un paio di feste, cercava di trovare un gruppo di ragazzi con cui uscire, ma finiva comunque per dormire da solo nel suo dormitorio ogni fine settimana. Il compagno di stanza di Nick non era così maledetto...

1.2K I più visti

Likes 0

L'ENORME CAZZO DEL VICINO CI IMPRESSIONA NELLA VASCA IDROMASSAGGIO

Mi chiamo Amelia. Mio marito, Terry, e io ci siamo trasferiti in un quartiere tranquillo nel Tennessee occidentale circa 12 anni fa. Abbiamo comprato una bellissima casetta e, dopo esserci trasferiti, abbiamo deciso di aggiungere una bella e grande vasca idromassaggio nel cortile sul retro, con un ponte spa abbastanza grande che la circonda. La casa e la vasca idromassaggio erano perfette per noi... dato che non avevamo figli, trascorrevamo molto tempo rilassandoci - per lo più nudi - nella vasca idromassaggio nei fine settimana e quasi tutte le sere. In realtà, dato che sono rimasto a casa mentre Terry lavorava...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.