Gli impulsi arrapati della figlia - 6

1.7KReport
Gli impulsi arrapati della figlia - 6

Janie si svegliò la mattina dopo sentendosi fresca e viva. Si alzò e si guardò allo specchio. I suoi occhi brillavano e la ritrovata consapevolezza brillava in profondità dentro di loro.

Volendo compiacere suo padre, si sedette al suo comò, nuda. Si è truccata con la stessa cura che sapeva e poi si è sistemata i capelli in una coda di cavallo. Quando ebbe finito, scelse una camicetta beige sottile e una gonna corta marrone chiaro. Dopo aver scelto un reggiseno rosa e un bikini slip di nylon trasparente, si è vestita. Guardandosi allo specchio, sapeva di essere abbastanza brava da mangiare e lui era sicuro che suo padre avrebbe pensato la stessa cosa.

Ma la mattinata trascorse lentamente per lei. Per tutta la mattina, ha continuato a guardare suo padre, a guardarlo e a sperare in qualche segno. Ogni volta che passava, lei lo guardava con la coda dell'occhio. Voleva che la facesse sentire bene. Aveva bisogno che lui le desse ancora un po' del suo cazzo, ma tutto ciò che ha fatto è stato sorridere e darle una pacca sulla testa.

Nel pomeriggio Janie fu fortemente tentata di entrare nella sua stanza e farsi fottere con la sua spazzola per capelli. Ma riuscì a controllarsi, sperando che suo padre facesse qualcosa per la sua fica pruriginosa. Quando finalmente fu quasi pronta per andare a farlo da sola, suo padre la chiamò in soggiorno mentre sua madre era in cucina.

"Janie," disse, prendendola in grembo e baciando le sue dolci labbra, "è stato difficile per me controllarmi tutto il giorno, lo sai?"

Janie annuì e sorrise, guardandolo negli occhi. Poteva sentire il suo cazzo che le spuntava tra le chiappe, spingendole il buco del culo. Il suo buco del culo bruciava per qualcosa dentro e sapeva che voleva essere scopata lì. Ma poi si ricordò delle dimensioni del cazzo di suo padre e ci ripensò. Forse non sarebbe stata in grado di prendere il suo cazzo lì, dopotutto. Dimenò il sedere mentre lui le pizzicava i capezzoli attraverso la camicetta.

"Ecco cosa faremo", sussurrò. "Tra poco tua madre va al negozio. Se ti chiede di accompagnarla, dille che non ti senti bene." Le sue dita affondarono sotto la sua gonna. "Scommetto che ti sentirai dannatamente bene subito dopo che se ne sarà andata, tesoro, ah-ah."

"Va bene, papà," rispose lei con entusiasmo. "Non vedo l'ora!"

Più tardi, dopo che sua madre se ne fu andata, Janie si precipitò tra le braccia di suo padre. Lo abbracciò forte e lo baciò sulle labbra. Ha risposto proprio come avrebbe dovuto, felice di scoprire che sua figlia aveva ereditato la sua eccitazione.

Le loro bocche si aprirono e scivolarono l'una sull'altra. Janie leccò la bocca di suo padre finché non fu bagnata, la sua lingua vorticava tra le sue labbra. Sentì il tocco della sua lingua sulla sua e le loro lingue iniziarono a danzare nella lussuria. Girando la testa da una parte all'altra, si baciarono appassionatamente alla francese mentre il bruciore nei loro lombi si diffondeva.

Poi Janie si sentì allontanare. Si fece indietro mentre John la guardava dalla testa ai piedi.

Ha ispezionato il suo trucco e i suoi capelli: impeccabili. Il suo cazzo si contrasse mentre ispezionava le linee lisce e aggraziate della sua testa e del collo. Il suo cazzo si irrigidì. Scrutò le sue tette da dove i suoi capezzoli uscivano dal suo reggiseno. Il suo cazzo pulsava. I suoi occhi vagarono lungo il suo corpo snello e sulle sue gambe lisce e snelle. Il suo cazzo pulsava. Fissò avidamente i suoi piedi, poi i suoi occhi si spostarono verso l'alto. Si sono concentrati sul posto sopra la sua fica. Visualizzò le labbra morbide, gonfie e avvincenti della fica tra le sue cosce. Il suo cazzo si alzò e attirò la ragazza a sé. Le loro bocche si incontrarono di nuovo e le sue mani si riempirono delle sue chiappe.

Il corpo di Janie era in fiamme. Il calore si diffondeva in lei, la sua fica bruciava. Il suo clitoride era gonfio e palpitante, rendendo nota la sua presenza. Il sedere le formicolava mentre allargava le gambe e premeva la fica contro il cazzo duro di suo padre. Lo voleva dentro di sé!

"Oh, papà," ansimò, "fottimi!"

Suo padre ridacchiò: "Lo farò, piccola, ma non ancora".

Una delle sue mani scivolò sulla sua figa mentre l'altra continuava a stringerle il culo. Janie sentì le sue mutandine essere spinte da parte e due dita iniziarono a solleticarle la figa esposta. Diventando sempre più eccitata di minuto in minuto, allargò ulteriormente le gambe per permettergli di prendere la sua fica gocciolante.

Le dita di suo padre le stuzzicarono lentamente le labbra della figa. Leggermente, sfiorarono su e giù le labbra carnose e Janie gemette di piacere. Dopo aver solleticato i peli sensibili, un dito si è immerso nella fessura della sua figa. Janie gemette un po' più forte. Il dito giaceva longitudinalmente lungo la sua fessura e spingeva. Le sue labbra di fica si separarono e il dito affondò tra di loro. La sua fica bruciata e il succo scivoloso del cazzo è uscito dal suo buco della figa.

Lentamente il dito scivolò su e giù per tutta la lunghezza della fessura rosa della sua fica. Si è spinto tra le labbra della sua fica, massaggiando molto bene la carne sensibile della figa. Prima che si tuffasse nel buco, però, si ritrasse e scivolò ancora una volta in cima alla fessura della sua fica.

Dopo che suo padre le aveva preso in giro la fica quasi al punto di scoppiare, alla fine ha trascinato il dito sul suo clitoride. Usò la punta del dito per circondarlo, massaggiandolo in delicati cerchi a spirale verso l'interno, il dito si avvicinava sempre di più al segno. Quando finalmente lo raggiunse, Janie aveva le gambe ampiamente aperte, spingendo la figa contro la sua mano.

Il clitoride della ragazza era dolorante ed estremamente gonfio. I suoi occhi erano semichiusi, brillavano di piacere. Guardò suo padre con uno sguardo di lussuria. Il suo sedere girava, masturbandosi il clitoride contro il dito di suo padre. Il piacere è stato così buono che la ragazza ha pompato la fica più saldamente.

"Oh, sì! Oh, sì, papà... strofinalo! Strofinami il clitoride, papà... ohhhh, è bello! Oh, sì! Oh, sì! Oh, sì! Non fermarti... ohhhh , nooo ... non fermarti, non fermarti mai!"

Ma ormai il cazzo di John stava per esplodere di lussuria. Pulsava, grosso e gonfio dentro i suoi pantaloni. Ha teso la cerniera. Voleva uscire, voleva essere sepolto in un posto caldo e umido.

L'uomo guardò il viso grazioso e liscio della sua giovane figlia. Le sue labbra erano morbide, rosse e invitanti mentre le baciava. Sì, voleva succhiare il suo cazzo.

"Janie," sussurrò solleticando l'orecchio di sua figlia con il suo respiro caldo, "voglio che tu mi succhi il cazzo!"

Janie si sentiva bene e calda e la sua fica sfrigolava. Il suo cervello era preso dal piacere e sembrava che il calore nei suoi giovani lombi fosse tutto ciò che avesse mai conosciuto. Pensò di succhiare il cazzo di suo padre, immaginò di prendere il suo enorme cazzo in bocca. Aveva sentito parlare di fare una cosa del genere e il pensiero l'ha eccitata.

"O-ok, papà. B-ma... non l'ho mai fatto prima."

"Va tutto bene, tesoro, te lo insegnerò. So che sarai in grado di farlo bene."

Attirò la ragazza a sé, sentendo il calore del suo corpo giovane e magro. Il suo cazzo si alzò più potentemente mentre pensava di avere sua figlia che gli prendeva il cazzo in bocca.

«Inginocchiati davanti a me, Janie», ordinò suo padre.

Lentamente, quasi ipnotizzata, Janie si inginocchiò.

"Ora, calami i pantaloni."

Tremante, Janie si allungò tra le sue gambe. Ha slacciato i pantaloni di suo padre, poi li ha aperti. Ha visto l'enorme rigonfiamento sul suo cazzo e ha respirato più forte mentre si avvicinava ad esso. Muovendosi più velocemente ora, gli tirò giù i pantaloni e prese il suo cazzo mentre si liberava. Puntava su e fuori mentre suo padre era in piedi di fronte a lei con i pantaloni abbassati intorno alle caviglie.

Il calore del suo cazzo le bruciò nella mano. Afferrandolo saldamente, ne sentì la levigatezza satinata. Con una forte inspirazione, se lo immaginò in bocca, i nove pollici di cazzo caldo e palpitante. Il suo cazzo la fissò con il suo unico occhio fisso, aspettando con impazienza. Con aria interrogativa, Janie guardò suo padre.

"Annusalo!" chiese Giovanni.

Il suo cuore batteva forte mentre Janie si tirava il cazzo sotto il naso. Inspirò profondamente ancora e ancora. Chiudendo gli occhi, si godette l'odore del cazzo, premendo il naso contro la testa viola del gallo. Il suo calore le bruciava la carne mentre la sua eccitazione si trasmetteva alla sua fica.

"Ummm... aaahhh... mmmm," gemette.

"Annusa le mie palle! Sentile!"

Janie annusò la parte inferiore del cazzo di suo padre, scendendo con il naso. Le sue palle erano enormi, pelose e gonfie. Li ha annusati. Avevano un odore eccitante. Li soppesò nel palmo della mano. Erano pesanti. Meravigliosamente, strofinò il viso tra le gambe di suo padre, sotto i suoi dadi. Inalò ripetutamente, la sua fica sussultava per l'eccitazione mentre l'odore inebriante le riempiva i sensi. Automaticamente, la sua lingua serpeggiava fuori e gli leccò appena dietro le palle. Il gusto meraviglioso e sensuale le scivolò in bocca.

Suo padre le tenne delicatamente la nuca. Quando ebbe finito di leccare il sudore da sotto le sue palle, lui alzò la testa. Tenendo il cazzo con una mano, iniziò a strofinarlo su tutta la faccia all'insù di sua figlia.

"Senti il ​​mio cazzo contro la tua faccia!"

Janie sentì il calore del cazzo contro la morbidezza delle sue guance. Prima suo padre lo posò lungo un lato del suo viso. Giù un controllo le scivolò, sul mento, poi su per l'altra guancia, lasciando una scia di sperma appiccicoso. Lì, alla sua guancia destra, appoggiò il cazzo palpitante, bruciandole la carne con il suo calore. Suo padre poi glielo fece scivolare sulla fronte e sul naso. Alla fine, lo strofinò sulle sue labbra da un lato all'altro. Partendo da un angolo della sua bocca, lo passò all'altro. Quindi, invertendo il movimento, lo spinse indietro di nuovo. Lo posò al centro del suo viso, dalla fronte, sul naso, al mento.

"Leccalo!" ha comandato.

La lingua di Janie schizzò fuori, incontrando la parte inferiore del suo cazzo appena sopra la radice. La carne calda e setosa del gallo arse nella sua lingua morbida. Le faceva nuotare la testa con la lussuria del cazzo. La sua lingua iniziò a scivolare in giro e in giro, su e giù, mentre diventava più eccitata. Era felice di sentire il grosso cazzo rispondere.

"Oh, sì, Janie... ecco fatto, piccola... leccami il cazzo! Oooohhhh, sì... Ora, leccalo dappertutto! Tienilo alla radice mentre lo fai!"

Janie non perse tempo a fare come le era stato detto. Lei afferrò il suo cazzo alla base e lo afferrò. Cominciò a leccare il cazzo gonfio, dapprima con esitazione, poi con più entusiasmo. Lo fece puntare verso l'alto, tamponando la parte inferiore. Ha leccato avidamente dalla radice alla corona e viceversa mentre ci entrava. Andò su e giù, notando quanto favorevolmente reagiva suo padre.

La testa di John si piegò all'indietro ei suoi occhi erano chiusi per il divertimento. Un sorriso increspò le sue labbra mentre la sua mente registrava gli effetti delle dolci labbra e della lingua di sua figlia.

"Sì, Janie... ora muovi la lingua in piccoli cerchi. Presta molta attenzione al punto proprio sotto la testa... ooohhh, sì! Ecco fatto!"

Janie iniziò a leccare il cazzo come da istruzioni. La sua lingua roteò intorno alla parte inferiore del suo cazzo dalla radice alla manopola. Quando è arrivata alla testa, ha leccato sotto di essa. La sua lingua tamponò sensualmente il punto super sensibile sotto la testa del cazzo di suo padre.

"Ora, piccola... lecca anche i lati e la parte superiore. Bagna bene la testa!"

Rapidamente, la ragazza fece come le era stato detto. La sua lingua corse su e giù da un lato, poi si spostò dall'altro. Quando anche lui luccicava di umidità, ha tamponato la superficie superiore. Gemendo piano, lo fece brillare nella luce. Dopo essersi accertata che era proprio come aveva ordinato suo padre, fece scivolare la lingua sul pomello del suo cazzo. Prima di leccarlo, però, si appoggiò allo schienale solo per un momento per guardare il suo cazzo.

La testa era viola, piena di sangue. Il buco era un po' sopra il centro e un rivolo di sperma denso e chiaro ne gocciolava fuori. Qualcosa le fece venire voglia di assaggiarlo. Si chiese se avesse un sapore diverso dalla crema per la fica delle sue amiche.

Notando il suo sguardo, suo padre disse: "Annusalo, tesoro. Assaggia... he-heh! È buono!"

Aveva un buon odore. L'odore inebriante del cazzo le riempì le narici e le fece desiderare di più. Teneva il cazzo in una presa salda e toccò la punta con la lingua. Un gusto meraviglioso stuzzicava le sue papille gustative e lo sperma era caldo e appiccicoso. Diventando più eccitata, leccò su e giù la fessura, pulendola.

Irrigidendo la lingua, cercò di farla roteare nel buco. Il buco si spalancò e lei vi infilò la punta della lingua. Il gusto era buono e il cazzo di suo padre si gonfiava più forte. Miagolando, gli accarezzò la testa del cazzo finché non luccicò.

"Ooohhh, sì, Janie... leccami la testa del cazzo! Oooohhhh! Ok! Basta! Voglio che te lo succhi. Inumidisci le labbra e mettile sopra il buco. Quindi fai scorrere la testa verso il basso. Lascia che le tue labbra si mantengano bene stringilo mentre il mio cazzo ti entra in bocca. Attento a non graffiarlo con i denti, però!"

La fica di Janie ora stava spremendo continuamente. Bruciava, urlava per attirare l'attenzione. Voleva scoparsi le dita e fregarsi il clitoride. Voleva allargare le gambe e lasciare che suo padre la scopasse duramente e profondamente ancora e ancora. Anche se era eccitante avere la bocca sul suo cazzo, voleva il suo cazzo nella sua fica. Ma glielo avrebbe dato in quel modo? si chiese. Doveva scoprirlo!

Storie simili

Mai voltarsi indietro_(2)

Introduzione Ho sentito che qualcuno si è trasferito nella villa, disse il piccolo Jeremy con tono pratico. La sua voce adolescenziale era forte di sicurezza e il suo petto era alto mentre parlava. Bugiardo, ribatté subito Porter. Era impossibile, tutti sapevano che quella casa era infestata. I due avevano 7 anni all'epoca e la loro immaginazione elaborava costantemente storie. Molte delle loro storie erano incentrate sulla misteriosa dimora che si trovava in cima al terreno montuoso che circondava la loro città in Colorado. I due erano convinti che fosse infestato, quindi la prospettiva che qualcuno lo abitasse era incomprensibile. No, Jeremy...

1.2K I più visti

Likes 0

Scatenare

Scatenare Holly svoltò sulla strada sterrata che portava al suo lago privato e tirò un sospiro di sollievo. Parcheggiando accanto alla grande quercia, dove faceva sempre, era a pochi metri dal lago. Appena sopra c'era la sua baracca. Avrebbe potuto costruire una villa qui se avesse voluto, ma la baracca che era qui quando ha acquisito la proprietà per la prima volta più di vent'anni fa. All'inizio era un luogo di divertimento e giochi con il suo primo amante. Adesso era il suo rifugio dal mondo aziendale ed era privato, lontano dalla strada principale. A meno che non si sapesse dov'era...

3.8K I più visti

Likes 0

La battuta di pesca di Pam

La battuta di pesca di Pam di jallen944 © Anne posò il telefono sul bancone e andò in fondo alle scale. Pam? lei urlò. Che cosa? Pam rispose e si fermò sulla soglia per guardare giù per le scale. Il signor Thorn vuole sapere se vuoi andare a pescare con lui. Andrà al lago questo fine settimana. Sì, ci vado, disse Pam, sentendosi improvvisamente molto eccitata. Ce l'ha fatta. Ha capito come tenerla sola per un fine settimana. Ok. Gli dirò che sarai pronto quando verrà a prenderti. Pam tornò di corsa nella sua stanza, piena di eccitazione nervosa. Si strofinò...

1.1K I più visti

Likes 0

La lista dei cattivi capitolo 4

Tremavo al pensiero di quello che avevamo fatto da soli negli ultimi venti minuti. Sì, era stato più che bello. Imprecavo nella mia testa che avesse sempre la cosa giusta da dire. Chris ha premuto le sue labbra sulla mia fronte e mi ha massaggiato la schiena. Dato che qui siamo aperti, prima di andare oltre, penso che sia un buon momento per affrontare qualcosa di importante. Va bene... cominciai ad alzare lo sguardo e arrivai fino alla sua bocca. Holly, sei una brava ragazza? disse seriamente, come se la mia risposta fosse stata la decisione più cruciale della mia vita...

621 I più visti

Likes 0

Una piccola punizione da troia

Non era sicura di come tutto questo fosse successo così in fretta, ora era piegata nel suo bagno, la sua figa appena rasata veniva martellata. Quella mattina era andata in bagno presto e aveva tolto il plug anale che suo marito le aveva messo dentro prima di andare al lavoro e si era buttato nella doccia. Lavandosi il corpo, si stuzzicava lentamente con morbide carezze. Era appena uscita dalla doccia e ha iniziato ad asciugarsi quando ha guardato fuori dalla finestra rendendosi conto di aver dimenticato di chiudere le persiane. Vide la sua vicina in piedi che fissava il suo asciugamano...

2.6K I più visti

Likes 0

Se vinci? - parte 2

Mi sono seduto sul bordo di un materasso sprofondato, in una squallida stanza di motel, e ho lasciato che il mio sguardo giocasse sui cazzi seducenti dei quattro liceali nudi in piedi di fronte a me. Brandon era l'unico a non aver ancora compiuto diciotto anni, ma con il suo compleanno in arrivo il mese prossimo era così vicino che non ho pensato alla sua età. Ognuno dei ragazzi stava sfoggiando una potente erezione, nonostante tutti si fossero appena masturbati nella mia mano solo pochi minuti prima. Con il ghiaccio rotto, non stavano più dando sbirciatine furtive al mio corpo di...

2.7K I più visti

Likes 0

Gretta

Gretta era uscita. Era la mattina del suo diciottesimo compleanno. Si era svegliata presto, aveva fatto yoga e aveva fatto una sana colazione. Adesso era al centro commerciale, a comprare i vestiti per la festa. Mi chiedo cosa sarà che papà mi ha comprato? Meglio essere una fottuta macchina! Pensò, mentre controllava un reggiseno viola in un negozio. Mi scusi! Mi scusi! Ha urlato all'impiegato e l'impiegato è corso rapidamente da lei. Fino a che misura salgono? Lei chiese. Solo un minuto mamma, vado a controllare... e quale sarebbe la tua s... 70EE Lei rispose velocemente, senza nemmeno un sussulto di...

2.5K I più visti

Likes 0

Mia moglie scopa suo fratello

Quando Sue ha scopato suo fratello --------------------------------- L'inizio di questo incidente è stato quando il fratello minore di mia moglie è venuto a trovarci nei giorni prima che le fotocamere digitali fossero così popolari. Avevo allestito una camera oscura dove sviluppavo e stampavo le mie fotografie e lui mi aveva portato un rullino di suo fratello maggiore da sviluppare e stampare. Le foto erano scatti di nudo della moglie di James, Mary. Non i nudi di tipo artistico ma il vero tipo XXX, le gambe aperte, tenendo aperte le labbra della sua fica, ecc. Tutti e 36 erano solo con lei...

1.6K I più visti

Likes 0

PICCOLO BOBBY

Chi è il tuo amico? chiese Jake mentre scartava due delle sue carte e ne chiedeva altre due al mazziere!?! Uh, questo è Bobby Reynolds, il mio migliore amico del liceo rispose Peter, è qui solo per il fine settimana!!! I cinque ragazzi che giocavano a poker nella stanza del dormitorio di Jake salutarono tutti con un cenno del capo il giovane esile prima di tornare al loro gioco! Peter e Bobby si sedettero in un angolo a guardare, ma prima ancora che si sistemassero ai loro posti Jake disse: Conosci le regole, Pete, chiunque guardi deve spogliarsi proprio come il...

1.3K I più visti

Likes 0

Witch Mountain - Una storia di Halloween

AVVERTIMENTO! Questo avviso potrebbe non essere necessario per questa particolare storia, ma lo includo perché è necessario per la maggior parte delle mie storie. Se decidi di leggere altre mie storie, assicurati di leggere le informazioni e gli avvertimenti all'inizio di ogni storia. Tutta la mia scrittura è destinata SOLO agli adulti di età superiore ai 18 anni. Le storie possono contenere contenuti sessuali forti o addirittura estremi. Tutte le persone e gli eventi raffigurati sono fittizi e qualsiasi somiglianza con persone vive o morte è puramente casuale. Azioni, situazioni e risposte sono SOLO fittizie e non dovrebbero essere tentate nella...

1.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.