Inferno sulla terra

1.1KReport
Inferno sulla terra

Hell on earth – Limone di MISTER BIG T
Il mio limone più incasinato di sempre

Tutto è iniziato con la distruzione…. Distruzione apparentemente infinita e inutile di una piccola città.

Zaffiro, una suora bambina di 8 anni, rannicchiata nella sala da pranzo con tutti gli altri iniziati, raggomitolata sul pavimento della chiesa, uno dei pochi edifici rimasti in città. Vestita con i suoi semplici abiti da suora di lana, singhiozzava sommessamente. Il cielo stava piovendo sangue. I fiumi si trasformarono in fuoco e i raccolti in cenere. Questa potrebbe essere solo la fine dei tempi.


All'improvviso le porte che conducevano alla stanza furono letteralmente fatte a pezzi; alcune delle schegge uccidendo immediatamente molte delle persone all'interno. Dopo che la polvere si è diradata, 6 donne nere estremamente muscolose erano in piedi dietro una bellissima donna con i capelli completamente bianchi. Aveva un seno molto grande e un sorriso malizioso mentre si guardava intorno nella stanza. Il tono della sua pelle era quello di un cioccolato al latte, il dolcetto preferito di Sapphire, anche se questo mostro non era affatto dolce. "Seguaci di Dio, potete inchinarvi alla vostra nuova padrona, alla vostra nuova divinità, e forse le vostre vite saranno risparmiate... Inchinatevi a me, la regina dei demoni... Feralzen, spina del diavolo... " li stuzzicava.

Zaffiro era l'unico che non si lamentava. Dei 20 iniziati che erano stati nella stanza, ne rimasero solo 13, inclusa Zaffiro. Tutte e 12 le ragazze più grandi erano testarde nelle loro convinzioni e si alzarono per opporsi agli invasori demoniaci: "Siete abomini contro Dio! Lasciate subito questo posto!" Sapphire giaceva a terra singhiozzando, raggomitolata su un fianco. Una scheggia di legno di una delle porte era conficcata nel suo fianco, del sangue colava lungo le sue vesti da suora.

Feralzen scoppiò a ridere mentre si avvicinava a loro. "Ci sono troppi buchi e troppo pochi pali al momento... Anche se di solito mi diverto a rompere quelli grintosi, cerco qualcosa di più... Esotico al momento..." disse mentre si posizionava la mano davanti al volto della donna che aveva appena parlato. Prima ancora che potesse parlare di nuovo, Feralzen le colpì il viso e il collo con un pugno prima di ritirarlo indietro, leccandosi un po' di tessuto cerebrale sulle dita. “Mmm…. Sangue vergine… Siete tutte vergini…….”


Sapphire aveva appena estratto la scheggia di legno dal suo fianco, e aveva raccolto un po' delle sue vesti per spingerla nella ferita. Alzando lo sguardo in tempo per vedere la faccia della sua consorella colpita al cervello, la bambina ha perso il controllo della vescica, pisciando sul pavimento e bagnandosi la vestaglia. La sua faccia si accartocciò mentre vomitava sul pavimento, coprendo accidentalmente il piede sinistro di Feralzen con il vomito. Era così, pensò. Questo era l'inferno.


Feralzen smise di muoversi proprio in quel momento come se avesse urtato contro un muro invisibile. "Potete fare quello che volete con gli altri, solo che alla fine uccideteli... Questo prima è mio..." ordinò agli altri mentre appoggiava la gamba ricoperta di vomito contro il viso della suorina. "Leccala puttana pulita, hai sporcato la mia bella gamba."


Zaffiro era in delirio. Solo poche ore fa era stata una giornata perfetta, e poi quelle nuvole malvagie erano spuntate dal nulla e avevano scatenato l'inferno letterale. Ora eccola lì, a leccare via dal piede della regina dei demoni i cibi rifiutati dal suo corpo. Ha succhiato ogni dito individualmente, come ricordava che sua sorella faceva con il cazzo del sindaco. Questo prima che venisse scoperta e spedita qui. Niente aveva più importanza, davvero. La ragazza si imbavagliava ogni tanto mentre leccava un pezzo del suo pranzo dal piede del demone, il sapore disgustoso quasi le faceva vomitare di nuovo.


Feralzen sorrise. "Va bene, hai fatto un ottimo lavoro con quello... Ma penso che tu ne abbia anche un po' sul sedere." mormorò mentre si girava e si chinava un po', rivelando il suo sedere estremamente sporco. "Leccalo cagna." lei rise.


Zaffiro sapeva cosa stava cercando di fare la regina dei demoni, ma si fece coraggio allo stomaco, tirando fuori la lingua, rabbrividendo per l'anticipazione. Poco prima di raggiungere l'anello di carne puzzolente, le guance e la grinza ricoperte da un sacco di macchie di feci, alcune vecchie, altre nuove, la ragazza ha visto la sua unica amica Judith strapparsi la testa a metà da un paio di demoni in calore mentre continuava a violentare il suo corpo morente e tremante. Incapace di controllarsi più, svuotò le budella nel buco del culo della donna, ricoprendo l'intera area disordinata con un nuovo strato di vomito.


Feralzen rise un po' mentre premeva la testa di Zaffiro contro il suo buco del culo, strofinando la faccia contro il suo sedere puzzolente. "Mmm cagna mi hai appena reso il culo più sporco... Penso che ti punirò per questo a meno che tu non riesca a leccare bene e presto... E più ti arrabbi, più muoiono i tuoi amici... " disse mentre faceva cenno a una delle sue sorelle. E proprio così un'altra suora perse la vita, altrettanto raccapricciante delle altre; i suoi seni sono stati strappati dalla donna muscolosa che li ha spinti giù per la gola della donna urlante, prima di strapparle letteralmente la testa.

Sapphire ha imbavagliato e ha iniziato a raccogliere la merda e a vomitare in bocca, tremando per la perdita di sangue e disorientamento per aver avuto due vomiti di stomaco duro. "Uh-P-per favore! N-No!" Presto è passata a succhiare il pasticcio dal culo della sua regina, il pasticcio sporco che le riempiva l'interno della bocca. Non avrebbe assaggiato nient'altro per alcune settimane, a meno che non si fosse sciacquata la bocca.

Feralzen sorride quando improvvisamente ha dato un segnale di stop. "Bene.... Stai facendo un lavoro migliore ma ora..." gemette mentre sbuffava e lasciava uscire una lunga scoreggia mentre un liquido simile alla diarrea cominciava a entrare nella bocca della ragazza seguita da diversi grossi tronchi. "Mmm mangia tutto..."


Zaffiro trattenne la ferita al fianco mentre inclinava leggermente la testa all'indietro, scottandosi sotto la sua regina mentre apriva la bocca. Aveva sentito le scoregge rivelatrici e sapeva che sarebbe andata a cagare. Immaginando che il modo più semplice sarebbe stato quello di tenere la bocca aperta e far cadere i tronchi, chiuse gli occhi. La prima esplosione della merda liquida le colpì più il viso che la bocca, e lei emise un gemito di terrore da sotto la possente femmina.


Feralzen sorrise mentre continuava a spingere più del suo sudiciume nella bocca della ragazzina. "Mmmm stai facendo un ottimo lavoro penso che ti ricompenserò presto se continui così..." mormorò.


Sapphire deglutì il più velocemente possibile, cercando di tenere a bada la torbida massa di sudiciume che le aveva invaso lo stomaco. Stava protestando per non essere stata nutrita con cibo vero, e lei non era esattamente la più grassa delle pre-adolescenti. In effetti, era piuttosto magra; le sue costole erano quasi visibili sotto la sua pelle. Ciò che era visibile, però, era la sua pancia che iniziava a gonfiarsi per tutta la merda che era costretta a mangiare.


Feralzen finalmente finì di cagare e con sorpresa di Sapphire diede un bacio alla ragazza, condividendo con se stessa un po' della sua merda. "Mmm ora per la ricompensa. Una delle tue amiche può venire... E ogni volta che mi rendi felice, una tua amica può venire.... Ma le mie sorelle mi raggiungeranno con te...." rise mentre presto, una donna muscolosa, ovviamente la più giovane, si avvicinò a Zaffiro. Aveva un'erezione enorme, alta facilmente più di 2 piedi. "Succhiale il cazzo".

Sapphire piagnucolò quando vide quel mostruoso strumento che le veniva offerto di fronte. Non aveva sentito la prima parte della dichiarazione della Regina, solo che doveva compiacere il mostro di fronte a lei, e che l'enorme cazzo di fronte a lei non sarebbe stato l'ultimo. "S-Sì... La mia q-regina..." Cercò di trattenersi dal singhiozzare mentre leccava la punta di quel cazzone gigante, con gli occhi macchiati di lacrime.

La sorella iniziò a stuprare la bocca di Sapphire ma non così forte come avrebbe potuto ovviamente, ma costringendo la ragazza a succhiarla e persino a farla gola profonda. "Non osare rovinarla..." avvertì Feralzen la sorellina che tirò un po' fuori dalla bocca, lasciando alla ragazza più spazio per respirare.


Zaffiro pompò la bocca su e giù su quella gigantesca fetta di carne, la lingua che si contorceva sotto il grosso cazzo in bocca. La sua mascella schioccò davvero, dislocandosi; era l'unico modo in cui qualcosa di così grande poteva entrare nella sua piccola bocca. Le lacrime le rigavano le guance e tutto il suo corpo si sollevava a ogni spinta.


Feralzen sorride quando sente le ossa della mascella schioccare. "Mmm ora c'è la dedica se l'ho visto..... Mi impressiona così tanto che ti ricompenserò molto..." mormora mentre fa cenno agli altri. "Il resto dei tuoi amici può andare. Hai salvato loro la vita. Tuttavia, ora è il momento che tu ci affronti tutti", dice mentre altri 5 cazzi grossi vengono alla vista di Sapphire. Le donne le strappano il vestito da suora, rivelando i suoi minuscoli seni e iniziano a strofinare i loro peni su tutto il corpo e contro la sua forma. Tuttavia, nessuno in realtà la penetra o la tocca da nessuna parte tranne la sua bocca dove diversi cazzi combattono nel tentativo di farsi succhiare da loro dalla piccola ragazza.


Zaffiro gemette mentre le vesti della suora venivano strappate via, la ferita al fianco quasi del tutto tamponata, un piccolo rivolo di sangue continuava a scendere dalla ferita. Ora era una fottuta schiava senza cervello. La sua vita potrebbe finire da un momento all'altro, quindi è meglio che si metta a succhiare. Non riusciva a controllare esattamente chi le entrava in bocca, ma faceva del suo meglio per far entrare ogni cazzo almeno 20 volte, ingoiando ogni asta che le si avvicinava alla bocca.


Alcune delle donne le hanno sparato un po' di sperma su tutta la bocca e dentro. La ragazza cominciava a ricoprirsi di vomito, merda, sangue e ora sperma. "Mmmmm... penso che ti fotterò nella tua figa adesso..." mormorò Feralzen mentre mostrava il suo cazzo. Era lungo quasi tre metri e pulsava di preeiaculazione. "Avrai l'onore di vederti rubare la verginità dal cazzo più grosso del mondo... Considerati onorato..." ridacchiò mentre strofinava il membro massiccio contro la minuscola figa vergine di Zaffiro.


Zaffiro si raggelò alla vista di quel membro massiccio. Quello sarebbe entrato... Nel suo peccato? Urlò intorno al cazzo del demone che le stava devastando la bocca. Non c'era modo che entrasse... Poi di nuovo, non c'era modo che la bambina potesse fermarlo. Era a quattro zampe, una sorella ciascuna che calpestava una mano o un piede, tenendola giù.


Feralzen sorrise "Togli il tuo cazzo Talera per un momento, voglio sentirla urlare." ordinò quella nella bocca di Zaffiro, e il demone dai capelli bianchi obbedì. Ben presto Feralzen iniziò a spingere il suo enorme cazzo nella piccola ragazza, essendo il cazzo molto più grande della ragazza stessa.
Ha urlato a squarciagola. Veniva letteralmente squarciata dall'interno, poiché una bambina di otto anni non poteva sperare di prendere un cazzo due volte e mezzo più alto di lei e rimanere perfettamente intatto. Stava piangendo così forte che non era rimasto niente. Dopo i primi secondi, i suoi dotti lacrimali si rompono e piccoli fiumi di sangue le scorrono lungo la guancia. La sua parte posteriore veniva lentamente demolita per accogliere quell'enorme cazzo reale.

Feralzen grugnisce mentre inizia a spingersi dentro di più, mentre i demoni continuano a masturbarsi, lo sperma schizza sugli occhi rotti della ragazza e sui suoi fianchi dove Zaffiro può vedere il contorno del pene che lavora attraverso la ragazza. Zaffiro strillò alla sensazione del cazzo che la squarciava; la sua vagina e il suo colon erano stati distrutti dall'assalto di quel cazzo gigantesco. Il profilo del cazzo dentro di lei si insinuò fino a metà della sua pancia, appena sotto le sue costole. Si morse la lingua, recidendo di netto l'estremità del muscolo. Il sangue iniziò a fuoriuscire dall'orifizio mentre un terzo della sua lingua cadeva sul pavimento.

Feralzen geme più forte mentre continua a spingere senza pietà, l'enorme cazzo attraversa tutti i suoi organi vitali e lacera pezzi o addirittura alcuni di loro completamente mentre si muoveva in avanti nella ragazza che ora si era espansa e sembrava una bambola gonfiabile sanguinante senza aria. Gli organi di Sapphire iniziarono ad essere espulsi attraverso la sua bocca. Parte di un rene qui, l'intero pancreas, pochi centimetri di intestino. Sapphire singhiozzava più che poteva tra gli organi, chiedendosi cosa doveva fare Dio per meritarsi questo.


Feralzen alla fine spinse attraverso la bocca della ragazza, allargandola follemente mentre altri suoi organi pendevano dalla punta del cazzo. "Mmm la puttana stretta mi farà venire..." mormorò e subito le sei sorelle si fecero avanti e cominciarono a leccare e succhiare il membro mentre spingevano ulteriormente Sapphire lungo il cazzo. Il cuore e i polmoni di Sapphire sono le uniche cose rimaste nel suo corpo, tenendola in vita a malapena; il suo stomaco si solleva, rovesciando le feci rancide dalla sua bocca prima di cadere con un tonfo a terra. La sua mascella si allunga di più e le sue guance iniziano a strapparsi dal cazzo gigante. Le sue guance si squarciano e la sua mascella cade a terra, la sua lingua gocciola sul pavimento, essendo stata tagliata via completamente da un frammento d'osso a caso.

Feralzen afferra con forza la testa di Sapphire mentre lei grugnisce e tira ancora prima di venire enorme, enorme carico su tutte le sue sorelle che sembravano essere state benedette da Dio, leccandosi le labbra e gemendo. "Mmmhh....." La gola di Zaffiro emise dei gorgoglii mentre iniziava a svanire per sempre. Il suo unico desiderio mentre iniziava a spirare era quello di essere come quelle sorelle demone che vedeva, contorcersi dal piacere mentre venivano ricoperte dallo sperma della loro regina, sparato attraverso il corpo di questa ragazza pre-pubescente.

Per un motivo o per l'altro... Feralzen ascoltò questo desiderio. Sorrise mentre faceva cenno alla sorella più giovane di avvicinarsi a lei. "Tocca a te, tutti gli altri hanno avuto la loro parte..." mormora mentre la ragazza si stende a terra allargando la fica. Feralzen si impossessò dei resti di quella che una volta era stata una bella ragazza e iniziò lentamente a ficcarseli nella fica della donna. Sapphire era a malapena cosciente mentre veniva infilata nella fica del demone, lo stretto passaggio le schiacciava il cranio, i suoi occhi vedevano la viscosa materia grigia del suo cervello che si diffondeva lungo il passaggio prima che seguissero altri organi. Non dovrebbe nemmeno essere viva in questo momento, urlò la sua mente. Aspetta, come poteva urlarlo la sua mente? È appena passato di corsa...


La sorellina geme mentre sembrava incinta da diversi mesi. "Mmmm... Il tuo sperma è ancora su di lei... Non ci vorrà tanto tempo come al solito..." mormora accarezzandogli dolcemente la pancia. "Sentito? Diventerò mamma..."

Storie simili

Gli ingredienti di una troia Capitolo 1

Era una calda giornata estiva, stavo camminando verso il centro commerciale dove si trovava la mia migliore amica Rosie. L'ho aspettato tutta la settimana. Non la vedo da qualche mese. Dopo qualche minuto di camminata sotto il sole cocente ho finalmente raggiunto il centro commerciale. Eccola lì, bella come sempre. Era lì in piedi con i suoi jeans preferiti, una maglietta nera e una giacca di pelle che la facevano sembrare una motociclista. I suoi capelli erano ricci e rosso brunastro. Ero innamorato di questa ragazza e volevo dirglielo ma non sapevo come. Mi vide e un sorriso si allargò sul...

2.2K I più visti

Likes 0

Motel rurale di Corsicana Texas

'Lo sento,' sussurrò, la sua voce rauca per il dolore che pulsava ovunque, ma da nessuna parte più che dove il suo cazzo premeva attraverso gli strati tra di loro. Tenne lo sguardo sulla sua bocca mentre l'eccitazione trasudava attraverso di lei. Ellen ha riferito la sua storia da Corsicana, quindi si è registrata al Best Western Executive Inn. Ellen ha aperto la porta della sua stanza, aprendo la porta, è sorpresa di vedermi ad aspettarla. Ellen sospirò, posò la valigia sul letto, mi alzai dalla sedia, afferrando la mano di Ellen nella mia presa. Bene, andiamo nell'altra stanza. Ne voglio...

2.1K I più visti

Likes 0

La festa dei laureati (parte 1)

Ero a casa del mio amico Garret per la festa di laurea di sua sorella Jordan. Lui ed io eravamo solo matricole all'epoca ed era la prima festa a cui andavo. Per quanto fossi eccitato, mi sono reso conto che non avrei scopato. Io, me stesso e io eravamo a un INCREDIBILE 5 piedi e 4 pollici. Ragazzo alto non ero io? Ovviamente sto scherzando, in realtà ero uno dei ragazzi più bassi della mia classe, a parte le ragazze. Pesavo solo 130 libbre, per lo più muscoli per fortuna, e potevo mettere in panchina solo 135 libbre. Non ero magra...

1.3K I più visti

Likes 0

LaMar e Leon (quello che è appena successo parte 2)

Dopo che Maestro mi ha lasciato incatenato lì, in quello che dovresti chiamare e ora ho capito che era una prigione, ho iniziato a farmi prendere dal panico. Non avevo voluto e avevo potuto evitare di affrontare il pensiero a ciò a cui mi aveva sottoposto il padrone, fottendomi il culo e non solo facendomi succhiare il suo enorme cazzo, ma ingoiando la sua sborra e poi ringraziandolo per avermi usato in quel modo. Ma ora che ero rimasto solo, ancora incatenato al pavimento, la realtà stava iniziando ad affondare. Come avrei fatto a uscirne e cosa era successo ai miei...

786 I più visti

Likes 0

Incesto --- [2]

Parte 2 [l'ultimo del tema bi per un po'] _____________________________ Il giudice Ciro T. Nikolai era seduto dietro un'enorme scrivania mentre Avan Volka e il suo giovane nipote Caci entravano nell'aula del giudice. Nikolai era un tipo burbero, con occhi duri e un viso rugoso e severo. Fece cenno ad Avan e al ragazzo di sedersi sul lato opposto della scrivania. Volka, iniziò, ho qui una borsa di studio per l'immigrazione e poiché il loro padre non può rispondere da solo, la tua firma sarà sufficiente. Il giudice sollevò il documento di quattro pagine e lo sfogliò fino all'ultima pagina. Qui...

2.6K I più visti

Likes 0

Mio padre si è seduto lì e ha guardato

Quando avevo 16 anni e quasi 17 mio padre si è risposato e con una moglie adorabile e molto formosa, tette molto più grandi di quelle che ha mamma e dice che è anche una delle sue tante qualità, è un'ottima cuoca e adora divertirsi di tutti i tipi . Beh, sono via per l'estate quando tutto questo accade, insegno informatica al liceo locale, sembra che abbia un talento naturale per questo per qualche strana ragione, vedo del codice nella mia testa o qualcosa del genere e io' Faccio sempre quattro o cinque cose contemporaneamente su di loro. Beh, comunque, quando...

2.4K I più visti

Likes 0

Le regole di detenzione

Il diciottenne Derek sedeva nel mezzo di un'aula semi-piena durante il giorno. Era stanco della sua insegnante puttana che assegnava venti pagine di compiti ogni notte. Si comportava sempre come se fosse su un cavallo alto. Diede un'occhiata ai suoi compagni di classe intorno a lui, la maggior parte dei quali stava lottando per completare i compiti prima che l'insegnante entrasse. Odiava che i compiti stessero diventando un problema con la sua capacità di giocare a calcio. Il suo allenatore gli ha detto che, a meno che non avesse alzato i voti, si sarebbe presto ritrovato in panchina fino a quando...

2.5K I più visti

Likes 0

La figlia del contadino - Parte 1 e 2

Nota dell'autore: questa non è una storia d'amore, per favore cerca altrove se è quello che stai cercando Parte 1 - Catturato All'inizio non potevo credere alle mie orecchie. Mentre andavo in giro ad occuparmi del bestiame e dei raccolti, ho sentito i lamenti sommessi di una femmina che veniva dalla stalla. Diverse biciclette giacevano a terra nelle vicinanze. Quando ho sbirciato dentro attraverso una fessura nella porta di legno della stalla, non potevo credere ai miei occhi. C'era la mia dolce piccola figlia di sedici anni, Elizabeth, nuda a quattro zampe per terra. Era circondata da una mezza dozzina di...

2.9K I più visti

Likes 0

Scatenare

Scatenare Holly svoltò sulla strada sterrata che portava al suo lago privato e tirò un sospiro di sollievo. Parcheggiando accanto alla grande quercia, dove faceva sempre, era a pochi metri dal lago. Appena sopra c'era la sua baracca. Avrebbe potuto costruire una villa qui se avesse voluto, ma la baracca che era qui quando ha acquisito la proprietà per la prima volta più di vent'anni fa. All'inizio era un luogo di divertimento e giochi con il suo primo amante. Adesso era il suo rifugio dal mondo aziendale ed era privato, lontano dalla strada principale. A meno che non si sapesse dov'era...

3.9K I più visti

Likes 0

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2

Tre J e una S Go Ski - Giorno 3, Parte 2 A cura del tecnico BDSM FFF/F D/s / Lieve / Esibizionismo / Schiavitù consensuale / F/F / Neve / Freddo / Umiliazione / Sesso elettrico = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = Quattro giovani studentesse del college in vacanza sugli sci devono trovare altre cose da fare quando un eccesso di neve fresca le intrappola nella loro cabina. Questa è la quarta di questa serie e descrive un'interessante giornata sugli sci su piste quasi...

2.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.